sabato 23 maggio 2009

Come amare?


Tutto ciò che è fuori della realtà dell'istante che passa non è che sogno, velleità o illusione. L'amore non esiste se non è totalmente realizzato. Quelli che amano sono coloro «che fanno». Non si può «fare» che nella realtà del minuto che ci vede vivere. La volontà di Dio, essendo creatrice e infinitamente efficace, non è altrove, non può essere altrove che nella realtà del momento. Dobbiamo accettare la nostra realtà, quella che è, nel momento che dobbiamo consacrare a pregare, ad amare, a lavorare o a soffrire. Bisogna che possiamo mettere, nella nostra vita quotidiana, la semplice e completa attenzione d'amore che permise a Maria di impegnare tutto in un istante che avrebbe potuto passare come tanti altri, senza che lei vi facesse attenzione. In ogni istante, siamo ciò che siamo, ed è così, senza vanità, senza pretese, con amore e umiltà, che dobbiamo accettarci e e donarci o lasciarci prendere nel modo imposto dal momento di vita che ci è accordato. Al di fuori di ciò, tutto è solo illusione o velleità. Accettare la vita non è niente: ma è tutto accettare se stessi con i propri limiti attuali.

(René Voillaume, Come loro nel cuore delle masse. Vita e spiritualità dei Piccoli Fratelli di Gesù, Edizioni San Paolo)

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento all'articolo. Lo leggeremo e cercheremo di pubblicarlo quanto prima. Grazie del tuo contributo al Blog!