lunedì 30 ottobre 2017

FRATI DI BRUXELLES - SETTIMANA DI EVANGELIZZAZIONE - Évangélisation à Bruxelles

Chiesa di St Antoine : Celebrazione di Fra Daniel 
Pace e bene a tutti.
Varie volte ho descritto e parlato della nostra Comunità francescana a Bruxelles (Couvent sant Antoine): una presenza davvero alternativa e per tanti aspetti "provocatoria" in un contesto sociale che appare ormai lontanissimo e impermeabile all'annucio cristiano. Infatti, proprio qui, nel cuore stanco e secolarizzato e nihilista dell'Europa, un gruppo di frati insieme a tanti giovani attratti dall'ideale francescano, osa testimoniare e cantare e condividere la gioia del Vangelo e la bellezza di seguire Gesù.

Fra le tante proposte, ecco ritornare in questi giorni la Settimana di Evangelizzazione che si svolge per le strade e le piazze, nei mercati, fra la gente, i poveri...con tanta fede e passione e... un pò di follia giullaresca che certo già non mancava a san Francesco.
Sotto trovate un bellissimo video (con sottotitoli  anche in inglese) che ne illustra lo svolgimento e gli intenti.

Preghiamo insieme per i nostri frati e i giovani coinvolti in questa "settimana di evangelizzazione": lo Spirito Santo possa soffiare con forza e rinnovare e toccare la vita di tante persone bisognose della luce, del conforto e della presenza del Signore Gesù.
A Lui sempre la nostra lode

Fra Alberto  (fra.alberto@davide.it)

 

domenica 29 ottobre 2017

ESSERE A IMMAGINE DI DIO


«Essere a immagine di Dio 
non significa essere l’icona di Dio, 
ma trovarsi nella sua traccia»

 É. Lévinas

venerdì 27 ottobre 2017

ORDINAZIONE DIACONALE DI FRA ANDREA BOTTARO E FRA ANTONIO BIASIOTTO

Pace e bene a tutti.
Nel cammino vocazionale di molti frati, oltre alla dimensione più propriamente francescana, spesso emerge e matura negli anni di formazione anche la chiamata al Ministero Ordinato (Diaconato e Presbiterato): quasi una "vocazione nella vocazione". I due percorsi certo non si escludono, ma anzi, si integrano e si arricchiscono reciprocamente.

Al riguardo, con grande gioia, vi segnalo l'imminente Ordinazione Diaconale di due nostri giovani frati (del Nord Italia): fra Andrea Bottaro e fra Antonio Biasiotto (per strana coincidenza entrambi ingegneri prima di diventare religiosi). Questa avverà sabato 28 ottobre 2017 - ore 16.00 nella Basilica Cattedrale di Padova.

Ma chi è un Diacono ? La sua specifica grazia sacramentale è di essere, come Cristo Servo, animatore presso i fratelli del servizio della Parola di Dio e della Carità. Non a caso, il "grembiule" (la dalmatica),  è l'abito liturgico che lo identifica sull'altare, ma che soprattutto deve connotare ogni suo gesto nella quotidianità della vita e verso ogni uomo.

Invitandovi a pregare per questi nostri due fratelli, di seguito riporto la bella testimonianza che fra Andrea mi ha inviato riguardo al passo così importante  che si accinge a compiere.

Al Signore Gesù sempre la nostra Lode.
fra Alberto (fra.alberto@davide.it)

Fra Andrea e fra Antonio ( i due frati al centro della fotografia)

TESTIMONIANZA DI FRA ANDREA BOTTARO
Mi chiamo Andrea Bottaro, sono nato a Padova l’11 dicembre 1984.
Prima di entrare in convento ho studiato ingegneria elettronica presso l’università di Padova.
Ho vissuto gli anni dell’infanzia e della prima adolescenza nella parrocchia s. Clemente di Granze di Camin. E gli anni dell’adolescenza e della prima giovinezza nella parrocchia ss. Salvatore di Camin.
La diocesi di Padova è stata dispensatrice di relazioni e di esperienze entusiasmanti durante i miei anni giovanili.

L’incontro con i frati è avvenuto nel 2007, all’età di 22 anni.
Il tempo della giovinezza iniziava a provocarmi chiedendomi di compiere scelte stabili, esigendo da me responsabilità, restituendomi di conseguenza un’identità.
Cosa fare perciò di tutto quello che avevo imparato in merito alla figura di Gesù, in merito a quello che avevo vissuto nella Chiesa? Se vogliamo sintetizzarlo in un’espressione, forse abusata oggi, ma coglie bene ciò che voglio dire, cosa farmene della ‘fede’ trasmessami dal contesto sociale nel quale sono nato? Cosa farmene di quel bagaglio socio-culturale? Come compiere scelte concrete per la mia vita implementando in esse l’esperienza religiosa fino ad allora vissuta, senza rischiare di scegliere con criteri a me estranei, appartenenti al solo contesto sociale?
Questa direi è stata la vera e fondamentale tappa relazionale tra me e i Frati Minori Conventuali.

Ho iniziato il grande viaggio religioso che io chiamo: “La salita verso il basso”.
Quest’ossimoro dice bene cosa ha rappresentato e cosa tutt’oggi sia per me l’essere frate: dialogare con la propria esistenza rapportata all’esistenza di Cristo al fine di unire, riorganizzare e definire la propria persona.
Nel compiere questo viaggio esistenziale e fisico che ho iniziato il 12 settembre 2008 con l’ingresso nel Postulato del convento s. Francesco di Brescia, ho incontrato frati capaci di fare sintesi, in grado di rendere la vita cristiana un’autentica via umana e umanizzante.

Il 3 ottobre 2015 ho professato i miei voti definitivi presso la Basilica di s. Antonio a Padova e dal mese di settembre dello scorso anno vivo nella convento san Bonaventura Seraphicum a Roma per continuare i miei studi in teologia attraverso la specializzazione in teologia biblica.

In questi giorni che precedono la mia ordinazione diaconale penso all’espressione con la quale le persone che incontriamo si rivolgono a noi frati: “padre mi scusi”.
Nella semplicità e nella consuetudine di un appellativo, ritrovo un aspetto sapienziale per la mia vita: l’esercizio del ministero ordinato è strettamente legato al senso e all’esercizio della mia paternità.
Non vorrei scandalizzare nessuno con queste parole. Ma se a noi frati e ministri ordinati è chiesto il celibato e la castità perfetta, non è proibito l’esercizio della nostra affettività positiva, capace di essere forza generativa, leva educativa all’interno delle relazioni.
Faccio questa premessa per dire che questi giorni lì sto vivendo proprio come un uomo attende il suo “diventare padre”. Egli è in trepidazione per il parto è consapevole di non conoscere il mestiere del genitore e sa di non poterlo imparare se non esercitandolo. Questa vertiginosa condizione limite mi pone tra la gioia di poter esercitare l’arte dell’accompagnare uomini all’interno della Chiesa, ma allo stesso tempo mi rende consapevole che la solitudine e l’incomprensione saranno concrete compagne.


Una però è la certezza guida per chi vuole esercitare la propria capacità generativa: egli sa di essere ricercatore e custode di una bellezza da dire e da trasmettere. Questa è la mia consolazione in questi giorni, questa è la mia forza.

fra Andrea

giovedì 19 ottobre 2017

NUOVI PARTENTI AL CORSO VOCAZIONALE "GRUPPO SAN DAMIANO" - Nord Italia


Ricordatevelo, Gesù non è una formula da imparare. 
E' il vivente che cammina con voi: il pane, la strada , la tenda.  
(Don Tonino Bello - vescovo) 

Cari amici in ricerca vocazionale, il Signore vi dia pace.
Riparte in questo fine settimana (21-22 ottobre 2017) il percorso di discernimento vocazionale con il Gruppo san Damiano
Un gruppo di giovani, misteriosamente mossi e sospinti dallo Spirito, si metterà dunque in cammino con noi frati, ritrovandosi periodicamente per ascoltare e comprendere la volontà del Signore per la propria vita. 
Ci affidiamo e contiamo anche sulla vostra preghiera per ciascuno di noi. 
Al Signore Gesù sempre la nostra lode
Fra Alberto (fra.alberto@davide.it)



IL GRUPPO SAN DAMIANO
  • Di che si tratta ? Il "Gruppo San Damiano" riunisce giovani (17-35 anni) che desiderano interrogarsi e verificare una possibile chiamata alla vita francescana (diventare frate!).
  • Dove e quando si svolge? Per il Nord Italia ci si ritrova circa una volta al mese (dal sabato pomeriggio alla domenica pomeriggio - da ottobre ad agosto) solitamente nel convento francescano di Brescia o in altri conventi del Nord. Almeno due appuntamenti si vivranno ad Assisi presso la basilica di san Francesco. (Qui le DATE per il NORD Italia)
  • E nelle altre regioni? Anche nelle altre regioni (centro-sud-isole) il gruppo è attivo e promosso dai Frati Minori Conventuali. Per chi fosse interessato qui trovate i contatti dei frati incaricati  a voi più vicini.
  • Chi lo conduce? Al Nord è guidato dal sottoscritto frate Alberto con frate Fabio e fra Giambo (provenienti dalla Basilica del Santo in Padova) insieme a frate fra Alessandro (rettore dei postulanti a Brescia) Non vi meravigli questo "dispiegamento di forze": i frati sempre operano insieme e insieme si muovono e insieme agiscono nei vari ambiti pastorali loro affidati. E' il carisma della fraternità lasciatoci da san Francesco!
  • Come si svolge? Solitamente ci si ritrova a Brescia/Convento san Francesco (città facilmente raggiungibile da tutto il nord) e il pomeriggio del sabato è dedicato alla preghiera in un clima meditativo e di quiete per poter rientrare in noi stessi lontano dai frastuoni quotidiani. Solo così, infatti, è possibile ascoltare in profondità i suggerimenti dello Spirito. La domenica mattina, è invece dedicata ad approfondire tematiche inerenti la vocazione (desideri, paure, tappe..sogni..) alla luce della Parola del Signore e dell'esperienza di S. Francesco.
  • Le testimonianze. Sempre molto interessante e utile la testimonianza di un"postulante", uno dei ragazzi che vivono già stabilmente l'esperienza francescana presso il convento di Brescia, come lo scambio schietto e sincero fra i giovani del gruppo, i frati, la comunità ospitante... E' bello e importante ascoltare il cammino che anche altri coetanei hanno fatto e stanno facendo; utile questo immergersi per due giorni in una realtà francescana spesso del tutto sconosciuta.
  • Il padre spirituale. Insieme al cammino in gruppo, ogni giovane, sarà accompagnato dalla figura di un religioso per un confronto più personale e una guida e una crescita nella dimensione spirituale.
  • Il Gruppo san Damiano rappresenta una bellissima opportunità di discernimento per ogni giovane "in ricerca" della vocazione del Signore per la propria vita garantendo uno sguardo libero e aperto sulla nostra vita di frati ; un'occasione unica di conoscenza, di approfondimento dei valori e delle scelte ispirate da san Francesco. Incoraggio e prego per i nuovi "partenti". A presto!

venerdì 13 ottobre 2017

I POSTULANTI DI BRESCIA SI PRESENTANO

Cari amici in cammino e in ricerca vocazionale, il Signore vi dia pace.

Come avrete certo potuto vedere il percorso "per diventare frate" è lungo e articolato; come è giusto che sia in vista di una scelta di vita così bella e impegnativa!! 

Fra le tappe iniziali, dopo avere frequentato il Gruppo san Damiano, vi è il POSTULATO (vedi Blog). Si tratta di due anni in cui si vive gomito a gomito con i frati sperimentando da vicino la vita francescana e giungere così ad una decisione vocazionale più ferma e convinta. In Italia, due sono le case di Postulato: a Brescia e a Osimo. Di seguito condivido una breve presentazione dei giovani Postulanti presso la comunità di Brescia, invitandovi senz'altro a pregare per ciascuno di loro!

Ricordo ancora, a chi fosse interessato ad un cammino di discernimento che, sabato prossimo (21 ottobre), riparte il Gruppo san Damiano per il Nord Italia. Al bando dunque ogni paura o tentennamento: il Signore chiama!

A Lui sempre la nostra lode.

fra Alberto (fra.alberto@davide.it)

Foto di gruppo: Postulanti e  Frati formatori
I Postulanti di Brescia 
Lo scorso settembre è ripartito il nostro cammino di giovani Postulanti presso la Comunità Francescana di Brescia, accanto a dodici frati, in un antico convento con annessa splendida chiesa dedicata a San Francesco.
Per qualcuno è il secondo anno di esperienza, mentre altri di noi, concluso il cammino di discernimento nel Gruppo san Damiano, hanno vissuto l’emozionante primo ingresso, sorretti dall'immensa gioia di avere accolto più decisamente la chiamata e l'invito del Signore a seguirlo.

I Postulanti "al secondo anno" sono : 
*Alberto 24 anni (prov. di Varese, ingegnere dei materiali)
*Luca 25 anni, (prov. di Vicenza, laureato in lettere moderne)
*Matteo 33 anni (prov. di Brescia, magazziniere)
*Naim 33 anni (Beirut - Libano, ingegnere elettrico)

Iniziano invece il "primo anno" :
*Diogo 21 anni (Porto – Portogallo, scienze politiche)
*Federico 34 anni (San Mauro Pascoli - Rimini, cuoco)
*Francesco 35 anni (prov. di Lecce, Marinaio - Marina Militare)
*Marco 29 anni (Parma, professore di Filosofia e storia )
*Roby 27 anni (Castrocaro Terme FC, Tecnico Alberghiero).

Il biennio di Postulato è un tempo di grazia per approfondire e verificare ancor meglio la nostra chiamata e vocazione francescana, prima del grande salto verso il Noviziato.

In questo cammino, assai provocante e maturante è prima di tutto la convivenza quotidiana fra di noi e i nostri formatori, così come la relazione ravvicinata e continua con una comunità reale e concreta di dodici frati, vissuta tra slanci e dialoghi ed entusiasmi condivisi, ma anche tra confronti talvolta serrati e delusioni e ripartenze ed equilibri sempre da ritrovare e costruire. Questa del resto è la vita e la storia di ogni Fraternità Francescana in cui l'umanità e la specificità di ciascuno non è certo negata, eppure dove insieme, per quanto così diversi (per temperamento, età, provenienza..) sempre si cerca di camminare e volersi bene e seguire il Signore Gesù, vivendo e testimoniando il Vangelo.

Le giornate sono molto intense e articolate, scandite dalla preghiera (Lodi, Ora Media, Vespri, Compieta, Rosario, S. Messa) e da una coinvolgente proposta spirituale e formativa (Catechesi e istruzioni varie, Lectio Divina e Adorazione Eucaristica una volta a settimana, meditazione quotidiana del Vangelo del giorno... ).

Oltre agli impegni comunitari, ad ognuno di noi sono poi affidati compiti diversi che vanno dai vari servizi in convento (pulizie e cura della casa, occuparsi dell’accoglienza...) ad altri servizi esterni di volontariato nei disparati centri e opere caritative e assistenziali di cui è ricca la città di Brescia (disabili, anziani, malati terminali, mense dei poveri, ecc.).

Non meno importante e significativo risulta il servizio liturgico svolto nella nostra bella e frequentata chiesa così come è molto utile l'accompagnamento personalizzato offertoci dai nostri educatori e dalle guide spirituali.

In definitiva, il Postulato si presenta per ciascuno di noi come una grande occasione di crescita umana e spirituale, di conversione e discernimento, di conoscenza e sperimentazione ravvicinata della vita francescana.

Al lavoro nell'orto della sig.ra Fernanda


giovedì 12 ottobre 2017

LA MISURA DELL'AMORE DI DIO...

Alpi Friulane: giunti alla Croce
LA MISURA DELL'AMORE DI DIO
E' AMARE SENZA MISURA !


Papa Francesco

lunedì 9 ottobre 2017

PADOVA - RIPARTE "ADORIAMO INSIEME" - OGNI MARTEDI PER GIOVANI UNIVERSITARI

Cari giovani amici, Pace e Bene. 
Per chi fosse studente a Padova e dintorni, ecco un'iniziativa molto bella e condivisa con noi frati francescani, che da domani (10 ott.) riparte per ogni martedì : un momento di Adorazione Eucaristica e di fraternità. Di seguito una breve descrizione della proposta.Vi attendiamo!
Al Signore Gesù sempre la nostra lode. 
Fra Alberto (fra.alberto@davide.it)


ADORIAMO INSIEME
Chi siamo?
Siamo dei giovani (universitari e non solo) che si trovano un’ora a settimana per un momento di Adorazione Eucaristica, condividendo così l'amore e la fede in Cristo.
Da dove veniamo?  
L’idea di ritrovarsi a pregare nella condivisione e percorrere un cammino di fede è nata ad alcuni di noi dopo un ritiro spirituale e poi estesa ad amici e compagni di studi. Siamo, infatti, per lo più studenti universitari, perciò lontani da casa durante la settimana. Il desiderio era quello di trovare un posto ed un momento per proseguire una preghiera condivisa, un percorso spirituale che troppo spesso nella vita un po’ frenetica di tutti i giorni non si riesce a vivere. Non ci sono catechesi da seguire, c’è solo il bello e la gioia di condividere la fede sostando davanti a Gesù.
Quando?
Ogni martedì dalle 20.45 alle 22.00 circa. Segue sempre alla preghiera anche con un bel momento di fraternità e semplice ristoro tutti insieme.
Dove?
Presso la semplice ed essenziale cappella francescana del "Convento S. Antonio dottore" sempre accolti dai giovani frati che qui studiano teologia (Frati Minori Conventuali) e che ogni volta ci regalano la loro discreta e  premuorosa amicizia e vicinanza. La cappella ha due accessi:
  • In via Sant’Eufemia 13 bis, Padova (qui si può lasciare la macchina o la bici)
  • In via San Massimo 25, Padova (ingresso pedonale)
Se sei nuovo ?
Se sei nuovo e non sai bene come arrivare, qualcuno ti aspetta alle 20,30 in piazza del Santo sotto il monumento al Gattamelata (vedi qui) e poi si va insieme....
Chi viene ?
Le porte sono aperte a tutti i giovani che vogliono vivere un momento di serenità nella preghiera, in libertà…. Non è dunque un gruppo "strutturato"  e "chiuso" nè tanto meno "obbligante", ma volutamente aperto e sempre accogliente. Tutti siamo infatti ben consapevoli dei moltepici impegni di chi studia ( esami , ecc..) che non sempre consentono una partecipazione continua.... In ogni caso, tanti o pochi che ci si ritrovi, il momento di preghiera si svolge fedele ogni martedì ( con sospensione nelle vacanze scolastiche e periodo estivo).
Come si struttura?
Di solito all’adorazione Eucaristica affianchiamo una lettura meditata del Vangelo, o di un altro testo della Sacra Scrittura; a volte recitiamo il S. Rosario. Non c’è una regola precisa, perché vorrebbe essere una preghiera libera, personale, ma assieme a dei fratelli. Liberamente, qualcuno ogni volta cura alcuni aspetti (riflessioni, canti e musica, letture dalla Bibbia...).
Quindi nello spirito della condivisione, tutti possono proporre un proprio modo di pregare agli altri. Ogni sensibilità aiuta ad avvicinarsi un po’ di più a Gesù!!!
Come restare aggiornato ?
Se vuoi rimanere aggiornato: evento su Facebook


venerdì 6 ottobre 2017

7 OTTOBRE - FRA MASSIMILIANO PATASSINI FRATE PER SEMPRE


Cari amici iin ricerca vocazionale,
il Signore vi dia pace.

L' ultimo mese è stato davero ricco di eventi e appuntamenti gioiosi per la nostra famiglia francescana in Italia: la Professione dei Novizi (12 frati), l'avvio del nuovo anno di Noviziato ad Assisi (con 19 candidati), l'ingresso di altri giovani nei vari Postulati d'Italia (Brescia, Osimo...), le molte richieste di adesione al cammino vocazionale del Gruppo san Damiano ...

Ma ci attende, fra poche ore, un altro appuntamento importante.
In particolare noi frati del nord Italia avremo la gioia di celebrare la Professione Solenne (diventerà frate per sempre!) di un caro confratello ormai al termine del suo cammino di formazione e di studio della teologia. 

Infatti, domani , sabato 7 ottobre, alle ore 10.30, presso il Santuario della Visione di Camposampiero (Pd) vi sarà la celebrazione eucaristica con la Professione Solenne (i voti per sempre di castità, povertà e obbedienza)  di fra Massimiliano Patassini, nelle mani del Ministro Provinciale,  fra Giovanni Voltan.

Ho già scritto di questo confratello e della sua  vicenda umana e vocazionale  , giunto dai frati dopo un percorso singolare di studi e di promettente carriera accademica . 

E' incredibile, dopo 800 anni, come San Francesco continui ancora ad affascinare e inquietare e trascinare a sè tanti giovani ardenti e liberi, nella sequela di Gesù!

Al caro fra Massimiliano, va l'abbraccio fraterno di tutti noi insieme alla nostra preghiera. 
Il Signore lo sostenga nella grande missione che ora si accinge ad assumere  per tutta la vita. 

Al Signore Gesù sempre la nostra lode.
fra Alberto (fra.alberto@davide.it)


martedì 3 ottobre 2017

FESTA DI SAN FRANCESCO : CON LUI TUTTI DIETRO A GESU'

Con  Francesco dietro a Gesù

4 ottobre 2017
Festa di san Francesco d’Assisi

“Da quell’ora cominciò a sentire umilmente di se stesso e a disprezzare le cose che prima amava, senza tuttavia farlo interamente, perché non si era ancora del tutto sciolto dalle vanità mondane” (Leggenda dei tre Compagni III, 8: Fonti Francescane 1403)

C’è un punto di svolta nella vita di Francesco. Nei fratelli lebbrosi, nelle loro carni piagate prima ancora che il Crocifisso della chiesina diroccata di san Damiano gli parli, egli incontra Gesù.
Un Gesù “povero e crocifisso” come dirà più avanti.
E’ uno spartiacque che a poco a poco diventa netto con il “prima”.
Diventa cristiano il figlio del ricco Pietro di Bernardone; il giovane mercante che voleva essere fatto cavaliere, abbraccia il Vangelo. Vuole seguire Gesù in tutto.
Diventa Francesco d’Assisi.
E da allora non ha mai smesso di inquietarci e affascinarci con quanto gli ha cambiato la vita: la gioia, la letizia - direbbe lui-, del Vangelo, di Gesù, così umano da toccarlo e poterlo vivere.

Buon cammino con san Francesco d’Assisi!
I vostri frati 

Con Francesco dietro a Gesù

Nelle chiese francescane la sera del 3 ottobre si celebra il“transito” di san Francesco ovvero il ricordo della sua morte avvenuta la sera del 3 ottobre 1226 alla chiesina di Santa Maria degli Angeli (detta  Porziuncola) in Assisi.

A Padova, presso la Basilica del Santo, domani, 4 ottobre, dalle 20,30 alle 24 avrà luogo la prima Saint Francis night  

lunedì 2 ottobre 2017

RICERCA E DISCERNIMENTO VOCAZIONALE FRANCESCANO


Se qualcuno, per divina ispirazione,
volendo scegliere questa vita, verrà dai nostri frati,
sia da essi benignamente accolto. 
(San Francesco - Regola n.b. 2,1)

==========///==========///==========///===========

Cari amici in ricerca, Pace e bene.

Riparte a breve il "Gruppo san Damiano", l'itinerario di discernimento vocazionale proposto da noi frati in varie regioni d'Italia. Per il nord il primo appuntamento sarà sabato 21(dal pomeriggio) e domenica 22 ottobre (vedi itinerario completo) presso il nostro convento/chiesa di san Francesco a Brescia; per il viaggio, logistica ecc..contattateci!! 

Anche dalle altre regioni (centro-sud) potete scriverci e vi indichiamo i referenti e a chi rivolgervi per iniziare il cammino.

Buona preparazione alla festa di san Francesco. 
Al Signore Gesù sempre la nostra lode. 

Fra Alberto (fra.alberto@davide.it