TEST FRANCESCANO

Che frate francescano saresti?



Caro amico in ricerca del desiderio di Dio per la tua vita, il Signore ti dia Pace!

Per te ho pensato qualcosa di simpatico per avvicinarti alla nostra vocazione di frati. Si tratta di un mini ritiro on line di pochi minuti guidato da un test-questionario che puoi compilare e che ti darà la possibilità di confrontare la tua esperienza interiore con alcuni aspetti importanti del nostro carisma e con le risposte che anche altri navigatori avranno dato. 

Già nei primi giorni più di 220 visitatori hanno scelto di esplorarlo.

Scopri anche tu quanto già ora puoi essere simile ad un frate francescano e quanto di frate già c'è in te!

Il test è assolutamente anonimo e personale. Compilato il questionario, potrai confrontare le tue risposte con quelle degli altri visitatori, cliccando sul link che ti apparirà dopo l'invio. Ciò ti consentirà un primo approfondimento interiore circa le tue curiosità francescane e vocazionali. Altri strumenti sono in arrivo da fine gennaio 2016!

Si parte!

Per aiutarti ad entrare in clima meditativo, ora immagina di uscire di casa e di trovarti in viaggio, a piedi, in compagnia di parecchi frati che ti raccontano di sé e della propria vita. 

Cammina cammina, le loro risposte ti incuriosiscono sempre di più e vieni presto a sapere che siete tutti diretti a far visita a frate Francesco di Assisi in persona, per salutarlo, per sentirlo, per parlare dalla vostra vita con lui. 

Arrivati a una grande radura circolare che si apre in mezzo a un bosco di querce e di cerri secolari, Francesco vi accoglie con gioia e fa gli onori di «casa», approfittando della bellissima serata di stelle e, sorridendo, ti invita personalmente a 


e per scoprire il tuo franciscan factor. Buona scoperta!


Al Signore Gesù sempre la nostra lode!

Frate Alberto (fra.alberto@davide.it)

9 commenti:

  1. Bellissimo test francescano! Lo consiglio a tutti

    RispondiElimina
  2. Caro fra Alberto mi chiamo Emanuele e ho 52 anni. Da qualche tempo sono in cammino di discernimento con sacerdote verso il diaconato permanente. Ma questo sacerdote circa due mesi fa mi ha detto che emerge molto in me l'aspetto della consacrazione. Anche se inizialmente sono rimasto un po' così ci ho pensato e pregato e in effetti un desiderio profondo di consacra ione in me c'è. Da ragazzo ho frequentato i conventuali qui a Treviso potendo anche entrare ma non lo feci. Pur avendo l'età che ho mi piacerebbe riavvicinarmi ancora, fare un'esperienza per capire se Dio mi chiama proprio a questo. Come potrei fare? Grazie in ogni caso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pace e bene. Provi a contattare i frati di Treviso, presso il convento e la chiesa di san Francesco e verificare con loro che tipo di possibilità vi sia di accompagnamento e discernimento. Può chiedere del Guardiano, p. Andrea Massarin.

      Elimina
  3. Caro Fra Alberto mi chiamo Mark e ho 17 anni. Sono due anni che provo il desiderio del sacerdozio. Già in passato avevo scoperto questo, sin dalle elementari, ma intorno alla quinta elementare questa sensazione era scomparsa. Ho ricevuto il sacramento della Confermazione, senza quell'amore che oggi mi ritrovo ad avere per Gesù.
    Le difficoltà di oggi sono i dubbi: su come comportarsi, su come riuscire a rimare nella castità.
    Perché è proprio la castità il peccato che mi allontana da Gesù e dal donarmi interamente a lui. Le chiedo di pregare per me al fine di trovare la serenità che desidero e per allontanare questo peccato. Il signore la benedica e le conceda lunga vita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pace a te caro Mirko. Grazie per la fiducia e per quanto mi hai scritto di così personale e intimo . al riguardo credo sarà molto importante per te, affrontare le diffcoltà di cui parli con grande serenità, affidandoti al Signore e lasciandoti consigliare e guidare da un buon padre spirituale . Mi permetto solo un'indicazione un pò scherzosa, ma non troppo: ricordati sempre che i comandamenti sono 10!!! E non esiste solo il sesto comandamento di cui preoccuparti e farti problema. Allargare la vista anche sugli altri, ti aiuterà a cogliere meglio il valore e la portata anche di questo che ti crea così grande sofferenza e che forse un pò enfatizzi come se fosse l'unia grave questione della tua vita, ma non può essre così! Allarga invece lo sguardo e il cuore..Ti benedico. ciao fra Alberto

      Elimina
  4. Ciao Padre Alberto ho 14 anni e da un' anno che è in me una piccola sensazione molto bella, si è accesa dentro me una fiamma che prima era spenta. Da quando sto andando al convento del mio paese sto provando una sensazione bellissima. Voglio stare più al convento che a casa. Quando quest'anno è finita la festa in onore di San francesco questa sensazione e un mese dopo soni venuto in pellegrinaggiio ad Assisi, questa sensazione è diventata ancora più forte. È una chiamata di San Francesco e allo stesso del Signore. Pace e bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. carissimo..continua con gioia questa frequentazione del convento, ma soprattutto l'amore al Signore e la devozione a san Francesco e la strada, la vocazione della tua vita si rivelerà piano piano. Una preghiera. ciao fra Alberto

      Elimina
  5. Caro fra Alberto sono l'anonimo di stamattina secondo voi è una chiamata del signore e dello stesso di san francesco? Vi voglio raccontare un mondo di episodio di pochi giorni fa. Io ogni giorno scrivo dell cose per lo più legate al San Francesco e alla chiesa su un 'agenda. Lunedì ho aperto l'agenda e una pagina era staccata. Mettiamo un dubbio che l' ho staccata io senza volerlo perché l'agenda è molto piccola e i fogli sono sottili, però sulla quella pagine c'erano scritte delle parole molto belle. Le parole che ho scritto sono :Siamo in un mondo in cui le persone non credono in Gesù. Non credono che lui stato in mezzo a noi, non credono che si sia fatto carne per noi, resuscitando il terzo giorno . Nom credono. Non credono che è stato sulla terra per compiere una missione, anche noi siamo stati mandati per compiere una missione. Pensateci! Per alcune persone il Signore Gesù è come il genio della lampada che tu gli chiedi una cosa e subito la deve fare. Tu gliel'ha puoi chiedere uno devi avere fede e pazienza. Con il tempo il tuo desiderio lo eusaudirá. Il signore è sempre con noi, non ci lascia mai soli, mai. Lui per noi vuole solo il nostro bene, Sempre. A giudicare alla fine è il Signore, noi chi siamo per giudicare. Secondo voi è un segno? Buona appetito. Pace e bene

    RispondiElimina
    Risposte
    1. pace a te..I segni e comunque quanto ci capita di vivere va sempre interpreato e letto alla luce della parola di Dio e verificato con l'aiuto di un bravo padre spirituale. Non c'è altra via. Ti benedico

      Elimina

Lascia qui il tuo commento all'articolo. Lo leggeremo e cercheremo di pubblicarlo quanto prima. Grazie del tuo contributo al Blog!