mercoledì 30 ottobre 2019

TESTIMONIANZA DI SIMONE, DA INGEGNERE A POSTULANTE


Pace e bene cari amici,
condivido oggi la testimonianza di SIMONE, un giovane che a settembre ha inziato il Postulato presso il nostro convento di Brescia.

In modo semplice e diretto ci racconta il suo percorso di ricerca, il discernimento nel Gruppo san Damiano e la decisione di guardare oltre tanti aspetti di una vita pur bella e realizzata (un ottimo lavoro come ingegnere, la famiglia, gli amici, lo sport, l'impegno ecclesiale...) per seguire più da vicino il Signore sulle orme di san Francesco. 

Ringraziandolo di cuore, lo ricordiamo nella preghiera insieme agli altri postulanti in cammino con lui.

Al Signore Gesù sempre la nostrra lode
fra Alberto (fra.alberto@davide.it)

Simone (primo da sinistra) con altri postulanti di Brescia
TESTIMONIANZA DI SIMONE, POSTULANTE A BRESCIA
Ciao ragazzi,
mi chiamo Simone e da poco più di un mese ho iniziato il postulato a Brescia.

Una settimana fa sono venuti, presso il nostro convento S. Francesco a Brescia, i ragazzi che hanno appena intrapreso un percorso di discernimento vocazionale con il Gruppo San Damiano. Vederli mi ha fatto un po’ rivivere il cammino fatto da me e da altri ragazzi da ottobre 2018 alla scorsa estate.

Ho sempre vissuto una vita normalissima tra lavoro, sport, amici, famiglia, parrocchia. Ero anche in un momento positivo dal punto di vista sentimentale e nulla mi faceva pensare a ciò che sto vivendo ora. Pian piano però mi rendevo conto che alla mia vita mancava qualcosa, mi sentivo fuori posto. Sentivo la necessità di rivolgermi al Signore nella preghiera più volte durante la mia giornata, al lavoro come a casa. La Parola del Signore ascoltata in Chiesa e l’esempio di San Francesco, a me caro da terziario francescano, risuonavano nella mia quotidianità e spesso non li vedevo concretizzarsi nella vita di tutti i giorni condita anche da tanta cattiveria, invidia, pregiudizio che mi circondava. Avvertivo sempre più forte una chiamata al servizio per il prossimo. Ecco che, dopo alcuni mesi di combattimenti interiori, presi la decisione di rivolgermi ai frati conventuali che mi proposero di partecipare al Gruppo San Damiano.

Per me è stata un’esperienza fondamentale perché ho potuto condividere quel percorso con altri ragazzi che, come me, si ponevano tante domande sulla vocazione alla quale il Signore li stava chiamando. E vi assicuro che le domande, i dubbi, le angosce che si vivono in questo percorso sono tante.  Il confronto con gli altri ti fa sentire normale, ti fa capire che non sei l’unico a porsi tanti interrogativi.

Il percorso fatto è stato molto graduale e vario dal punto delle esperienze: preghiera, lectio, vita fraterna, condivisione, pellegrinaggi. Ci ha fatto conoscere un Gesù molto più vicino a noi di quanto lo immaginavamo e ci ha fatto capire quanto sia gli apostoli, sia altri grandi personaggi biblici, sia San Francesco, abbiano dovuto camminare ed essere aiutati dal Signore per superare le proprie fragilità e paure e riuscire a seguirlo.

Mi torna spesso in mente il brano evangelico in cui Gesù si avvicina alla barca di Simone per invitarlo a prendere il largo e gettare le reti, dopo una notte in cui non avevano pescato nulla.  Simone ha il coraggio di fidarsi di Gesù.

Anche Papa Francesco, in un discorso ai giovani nel 2013, diceva: “Fidatevi di Gesù, Il Signore è sempre con noi. Viene sulla riva del mare della nostra vita, si fa vicino ai nostri fallimenti, alla nostra fragilità, ai nostri peccati, per trasformarli”.

Anch’io ho voluto riporre la mia fiducia in Gesù che mi è sempre a fianco nei momenti buoni ma anche in quelli più difficili e proseguire il mio percorso di discernimento qui a Brescia.

Pregate per me e che il Signore illumini i vostri cuori!
Pace e bene!

Simone


1 commento:

  1. Pace e bene caro Simone il Signore ti dia pace e ti accompagni in questo cammino che hai intrapreso. Mi ricorso ancora quando ci siamo conosciuti l'anno scorso al San Damiano entrambi con mille dubbi. Le nostre strade si sono divise è vero, tu hai preso la decisione di entrare in postulato io ho sentito forte il richiamo verso il volontariato che mi ha portato al Cottolengo, ma ti sono sempre vicino nella preghiera e come Amico. Nei momenti difficili non lasciarti andare allo sconforto ma prega. Il Signore ci è sempre vicino come un caro Amico.

    RispondiElimina

Lascia qui il tuo commento all'articolo. Lo leggeremo e cercheremo di pubblicarlo quanto prima. Grazie del tuo contributo al Blog!