giovedì 4 aprile 2019

DOVE TROVARE LA RAGIONE E IL SENSO DEL VIVERE?


Trovare la "ragione" e il "senso" per cui valga la pena vivere non ha prezzo:
ecco l'anelito più profondo custodito nel cuore di ogni giovane.

In questa ricerca, certo, è davvero molto importante scoprire la preziosità dei tanti doni e qualità di cui siamo depositari e così "correre" per una piena maturazione e realizzazione di noi stessi .

Accanto a ciò, non è però mai facile o scontato il combattimento quotidiano per un'esistenza autentica e vera, pienamente libera, non semplicemente centrata su noi stessi e la schiavitù delle passioni e dei piaceri effimeri ed egoisti sempre in agguato; così come non è scontato sottrarsi al fascino di mete ed obbiettivi superficiali ed illusori in cui, rischiamo di spendere la nostra vita, ma anche di sprecarla.
Inoltre, inevitabile per tutti è, prima o poi, il conto amaro della propria vulnerabilità, degli insuccessi, dei tanti limiti scoperti, delle delusioni e delle ferite subite.

Come fare a trovare la via sicura?

Diventa decisivo saper andare oltre "LE COSE" e "IL FARE" e "L'AVERE"... che tanto ci stordiscono e affascinano, per rapportarci ad un "TU"; chiedendoci dunque a "CHI" vogliamo affidare la nostra vita , "CHI" desideriamo seguire e amare, in "CHI" possiamo ritrovare il senso ultimo della nostra esistenza, della gioia come del dolore, come della finitudine e della morte.

Ebbene, cari amici in ricerca, quando le "cose" e "il fare" e "l'avere"... si rivelano in tutta la loro fragilità e precarietà, solo Cristo ci attende! Solo in Lui, quando nulla più ci sofddisfa, possiamo riposare e trovare riposo. Solo in Lui scopriamo la bellezza e la libertà che ci attrae così tanto.

È Lui che ci provoca con quella sete di un "DI PIU" che non ci permette di lasciarci stordire dal conformismo e dalla mediocrità. È Lui che legge nei nostri cuori le decisioni più autentiche che altri vorrebbero soffocare; è Lui che ci dà la grazia di seguirle ... E' Lui che offre la Gioia piena!

Solo Cristo ha parole che resistono al passare del tempo e rimangono per l'eternità!
Seguirlo, come San Francesco, nella povertà, nell'umiltà e nella fraternità è l'essenza della vocazione francescana .

Caro amico, se queste parole in qualche modo ti hanno toccato il cuore, non attendere, ma fatti vivo: la nostra porta è aperta anche per te!

Al Signore Gesù sempre la nostra lode.
fra Alberto (fra.alberto@davide.it)

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento all'articolo. Lo leggeremo e cercheremo di pubblicarlo quanto prima. Grazie del tuo contributo al Blog!