sabato 2 febbraio 2019

Che senso ha una vita così?

Ciao a tutti, carissimi giovani in ricerca!

Come saprete, oggi, 2 febbraio, si ricorda la Presentazione di Gesù al Tempio, e tutta la chiesa celebra la

GIORNATA DELLA VITA CONSACRATA

Per noi consacrati c'è una domanda che la vita di ogni giorno ci sbatte in faccia, e che in giornate come queste sentiamo ancora più urgente e pungente:

Che senso ha oggi la vita consacrata?
Ha ancora senso una vita così, nel terzo millennio?

(due frati durante la loro professione solenne)

Sapete, c'è un testo che mi ha accompagnato in questi ultimi anni, una piccola luce, accesa nelle nebbie che avvolgono i nostri tempi. Lo condivido con voi:

«Forse, a ben guardare, non è mai esistito un mondo così "evangelico" come il nostro, che pure ci fa tanta paura. Infatti, nonostante le ambiguità e le contraddizioni che sono presenti in ogni epoca, forse mai come nel nostro tempo, così secolarizzato, la libertà e la felicità di tutti e per tutti, almeno come princìpi, sono stati così a cuore a molti... anzi a moltissimi.
Come disse papa Giovanni XXIII sul letto di morte:


"Ora più che mai siamo intesi a servire l'uomo in quanto tale. Non è il vangelo che cambia: siamo noi che incominciamo a comprenderlo meglio! Sì, è giunto il momento di riconoscere i segni dei tempi, di coglierne l'opportunità e di guardare lontano!".

Il modo di concepire il nostro "essere umani" è profondamente cambiato. Ciò comporta delle conseguenze forti. La prima di queste è rinunciare ad essere modello, per imparare a sentirci fino in fondo compagni di strada che non hanno nulla da insegnare se non quello che possono condividere nel profondo della condizione umana».
[Fratel MichaelDavide, Non perfetti, ma felici. Per una profezia sostenibile della vita consacrata, 2015]



Rinunciare ad essere modello per essere semplici compagni di strada.
A volte questo costa al nostro orgoglio, ai nostri secoli di gloriosa tradizione, alla sicurezza delle risposte pronte che pretendiamo di avere.
No, la storia ci sta indicando un'altra via: accanto ai passi di ogni uomo, alla pari.
E si tratta di una vita così evangelica, così francescana...

Proprio come Francesco d'Assisi, fratelli minori di tutti, niente da insegnare, solo un incontro da condividere, un incontro che ci ha cambiato la vita!

Buona strada a tutti.

Fra Nico
nico.melato@gmail.com

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento all'articolo. Lo leggeremo e cercheremo di pubblicarlo quanto prima. Grazie del tuo contributo al Blog!