giovedì 29 novembre 2018

FRATE PERCHE' INNAMORATO

"La Regola e vita dei frati minori è questa,
cioè osservare il santo Vangelo del Signore nostro Gesù Cristo,
vivendo in obbedienza, senza nulla di proprio e in castità". 

(Regola di san Francesco)

Pace e bene
cari amici in ricerca e in ascolto della vocazione divina.

Oggi 29 Novembre si celebra nel "mondo francescano" la festa di tutti i Santi dell’Ordine francescano. Perchè questa data? Il 29 novembre 1223, Francesco e i suoi primi frati ricevettero l'approvazione definitiva della Regola da parte di papa Onorio III. La pergamena originale è conservata ad Assisi, nella cappella delle reliquie della Basilica di San Francesco.


Mi piace rileggere questo giorno come  la festa degli innamorati del Vangelo e di Gesù sulle orme di san Francesco .
Alla sua Regola radicalmente evangelica, infatti, si sono appassionati e innamorati nei secoli, innumerevoli persone che vi hanno speso la vita: tanti religiosi e religiose, sacerdoti e laici, donne e uomini, adulti e fanciulli che affascinati da Francesco hanno profumato di santità la chiesa e il mondo entusiasmando e coinvolgendo il cuore di tante altre persone verso Gesù. 
Passione, amore, innamoramento, idealità, gratuità, letizia, dono di sè..: caratteristiche ineludibili della vocazione francescana.
Se non fosse così, anche questa nostra vita di frati, sarebbe triste e mediocre, scialba e sterile, probabilmente insopportabile. Un frate (ma anche chi aspira ad esserlo) è dunque sempre chiamato a vigilare e custodire la qualità della sua risposta al Signore e a chiedersi: 
Come vivo ? Come mi sto donando? Mi so abbandonare al Signore e fidare di Lui? So amare e perdonare?  So mantenere un cuore semplice e lieto?
Se la nostra vita, infatti,  non è appassionata e guidata dall'amore di Dio, diventiamo insignificanti e aridi, senza colore e profumo, senza sogni e ardori. La vocazione è invece prima di tutto una chiamata alla testimonianza e alla missione, ad essere "sale della terra e luce del mondo" . 
Se dunque caro amico "in ricerca" ipotizzi di fare la nostra vita, interrogati anche tu sulla qualità e l'intensità delle passioni che ti animano e accendono il cuore. Se sei "tiepido", questa vita probabilmente non fa per te!

Chiudo con una frase di San papa Giovanni Paolo II ai giovani alla GMG del 2000 che è tutto un programma: "Se sarete quello che dovete essere, metterete fuoco in tutto il mondo!

Al Signore Gesù sempre la nostra lode. 
fra Alberto (fra.alberto@davide.it)

Museo di Capodimonte (Na)
Colantonio (1445) - S.Francesco consegna la Regola

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento all'articolo. Lo leggeremo e cercheremo di pubblicarlo quanto prima. Grazie del tuo contributo al Blog!