lunedì 10 aprile 2017

PASSIONE - ONNIPOTENZA D'AMORE

Giovani frati alla Via Crucis
Cari amici in cammino e in ricerca vocazionale, il Signore vi dia pace.
Ieri, con la domenica delle Palme, ha preso il via la grande settimana, la Settimana Santa.

Abbiamo insieme partecipato e rivissuto l'ingresso trionfale di Gesù in Gerusalemme, acclamato come Re da quella stessa folla che a breve lo condannnerà e lo rinnegherà!!! Gesù infatti, presto li delude e li spiazza mostrando il vero volto della sua regalità!
Egli non è certo il Messia guerriero e vittorioso che i Giudei attendevano. Gesù è forse anche ben lontano da certe immagini e pretese e aspettative che ciascuno di noi ha su di Lui; ben lontano dalle mediocrità e dai tanti opportunismi della nostra fede cristiana spesso così "poverella".

Egli, infatti, entra in Gerusalemme e nelle nostre vite, quale Principe della Pace, come un Agnello umile e mite. Si presenta a noi come un Re d'amore che, in piena libertà,  è determinato a dare la sua vita per salvare l'intera umanità. Paziente, egli non imbraccerà le armi dell'odio e della violenza. Egli non scenderà dalla croce per offrire una prova della sua divinità e così annientare i suoi persecutori e nemici.  Non alzerà la sua voce durante la  Passione! No, niente di tutto questo: la sua potenza è l'amore ! Gesù è "onnipotente nell' amore" e la sua forza è l'esempio e la testimonianza di una vita totalmente offerta in obbedienza al Padre!

Umilità, mansuetudine, pazienza, pace, amore, perdono, rifiuto della violenza, sono anche gli atteggiamenti che ritroviamo in San Francesco d'Assisi, a tal punto conforme e simile a Gesù da, vedere impresse nella sua stessa carne i segni della passione (le stimmate!); da essere chiamato dai suoi contemporanei « Alter Christus » vale dire « l’altro Cristo ».
Attitudini e atteggiamenti imprescindibili anche per ogni frate francescano, così come per ogni candidato o aspirante alla vita religiosa francescana.

Là dove i frati sono, infatti, sempre sono chiamati a testimoniare il buon annuncio del Vangelo, l'onnipotenza dell'Amore, la lieta e alternativa notizia del Signore Gesù morto e risorto per ciascuno di noi. 
Su questo annuncio, cari fratelli, se qualcuno di voi sarà chiamato a diventare frate, non potrete non giocarvi e scommettere la vita!
Al Signore Gesù sempre la nostra Lode.
fra Alberto (fra.alberto@davide.it

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento all'articolo. Lo leggeremo e cercheremo di pubblicarlo quanto prima. Grazie del tuo contributo al Blog!