sabato 14 gennaio 2017

Beato Odorico da Pordenone, primo frate missionario in Cina

Arca del beato Odorico - particolare
"Ti prego, o Cristo buono, per le preghiere e i meriti di Maria, 
sostienimi ogni giorno per luoghi e strade sicuri ".
(Beato Odorico)
Cari amici in cammino e in ricerca vocazionale,
il Signore vi dia pace.

Alcuni di voi mi hanno scritto recentemente manifestandomi il desiderio e il sogno della missione: un ideale tipicamente francescano!! Ancora vivente Francesco e su suo specifico mandato, i frati si diffusero, infatti, in tutta Europa e furono anche inviati fra i così detti "infedeli" (i saraceni) in Terra Santa, Marocco e in tutto il medio Oriente e in regioni lontanissime come la Cina.
Sull'onda di questi primi invii, nei secoli, i frati si sono resi presenti in quasi tutte le nazioni del Mondo, come potete vedere nel sito dell'Ordine, con una serie innumerevole di opere, chiese, conventi, scuole, ambulatori... così da portare ovunque la bellezza del Vangelo con lo stile di letizia, di fraternità e minorità tipicamente francescani.  

Oggi, 14 gennaio, è la festa di uno dei più grandi missionari dell'Ordine Francescano: il Beato Odorico da Pordenone, che circa otto secoli fa peregrinò a lungo fino ad arrivare in Cina. Qui, infatti, vi fu inviato dai superiori verso il1320 alla veneranda età - per l'epoca - di 55 anni. Arrivato dopo un viaggio di 8 anni (!) a Pechino, rimane solo tre inverni nella capitale del Celeste Impero, per poi far ritorno, via Tibet, Persia e Armenia alle terre venete da cui era partito. Nel Convento di Sant'Antonio di Padova, nel 1330 detterà la relazione del suo viaggio missionario per terra e per mare, vero emulo di Marco Polo. I suoi diari di viaggio raccontano le fatiche  e le gioie dell'annuncio del Vangelo oltre ad essere una miniera di notizie su un mondo allora assolutamente sconosciuto. 

La mia Provincia dei Frati Francescani Conventuali del Nord Italia è impegnata da tempo a far conoscere questa figura francescana e, se vuole il Signore, a diffonderne la venerazione, perchè possa essere proclamato Santo per la Chiesa universale. Ecco le pagine della Postulazione per la sua causa di canonizzazione.

I viaggi e la predicazione di Odorico per piantare la Chiesa in Cina ci spingono anche a pregare per la non facile e complessa situazione dei cristiani cinesi, fino ad oggi privati (o alquanto limitati) della libertà di religione e di culto. Nonostante questo, non mancano però in Cina vocazioni alla vita sacerdotale e religiosa e molti sono gli aspiranti alla vita francescana!!!  Il  Signore, infatti,  continua a chiamare e a invitare alla sua sequela... e la risposta generosa spesso arriva là dove sembrerebbero più forti gli ostacoli se non addirittura la persecuzione !!

L'esempio del beato Odorico, susciti in noi una grande passione missionaria ed evangelizzatrice anche per le nostre stanche ed esauste terre d'Europa dove pure l'annuncio del Vangelo sembra sempre più difficile e segnato dall'indifferenza generale e dal rifiuto . 
Proprio per questo c'è  bisogno di frati ardenti di fede che percorrano ancora le nostre strade buie e tristi, di frati amanti che incendino i cuori aridi d'amore al Signore, di frati coraggiosi e umili per dialogare e incontrare tutti senza barrirere o pregiudizi, di frati audaci e miti che ancora sappiano prendersi cura e volere bene agli uomini  e alle donne e ai giovani... del nostro tempo.

Al Signore Gesù sempre la nostra Lode.
fra Alberto (fra.alberto@davide.it)

- vedi altri post


Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento all'articolo. Lo leggeremo e cercheremo di pubblicarlo quanto prima. Grazie del tuo contributo al Blog!