martedì 26 luglio 2016

FRATI E GIOVANI ALLA GMG

Frati spagnoli con i loro ragazzi 
Cari amici in cammino e in ricerca vocazionale, il Signore vi dia pace.

In questi giorni sono moltissimi i gruppi di giovani che visitano la Basilica del Santo di Padova (dove risiedo) come tappa importante nel loro viaggio verso Cracovia, per partecipare all’evento della Giornata Mondiale della Gioventù.
In particolare domenica 24 luglio sono giunti dalla Spagna e da varie regioni d’Italia i ragazzi accompagnati dai nostri frati: insieme hanno venerato la tomba di sant’Antonio e celebrato con grande festa e partecipazione l’eucarestia. È stato davvero commovente e un grande segno di speranza osservare tutti questi ragazzi in movimento, accomunati dalla gioia di vivere, da una fede entusiasta, da tanta semplicità e fiducia: uno straordinario antidoto ai tempi bui e tragici che stiamo vivendo!
A Cracovia, frati e giovani di tutto il mondo, oltre agli eventi ufficiali già stabiliti, vivranno ancora un momento francescano molto speciale e unico: sono infatti tutti invitati martedì 26 luglio dal ministro generale, p. Marco Tasca(119°successore del Poverello di Assisi) a una veglia di preghiera nella nostra splendida chiesa di san Francesco che sorge a due passi dal palazzo arcivescovile con la famosa “finestra del papa”. Proprio da essa, infatti, san Giovanni Paolo II e papa Benedetto XVI hanno pronunciato i loro discorsi. Da quella medesima finestra anche papa Francesco rivolgerà quindi la sua parola ai frati e ai giovani radunati sulla cosiddetta “piazza francescana”.
Giornate indimenticabili dunque attendono i nostri: di comunione e fraternità, di festa e di incontro, di preghiera e di fede. Tutto il mondo, ma in particolare la nostra vecchia e stanca Europa, attende da questa gioventù ardente un rinnovato slancio di vita  e speranza.
Chiamati a essere, come li ha invitati il papa nel messaggio di indizione della GMG, “apostoli della misericordia mediante le opere, le parole e la preghiera, nel nostro mondo ferito dall’egoismo, dall’odio, e da tanta disperazione”.
Li accompagniamo con la nostra simpatia, affidandoli al Signore Gesù. A Lui sempre la nostra lode.

1 commento:

  1. Bello, bello, bello, bello. :)
    Ricordo le ore trascorse davanti alla televisione a seguire qualsiasi cosa trasmettesse Telepace dalla JMJ di Rio. I miei parenti coetanei mi avevano parlato in modo entusiasta della loro esperienza alla GMG di Madrid con Papà Benedetto, ed io avevo ricordato le poche immagini di quando c'era stata a Roma con Giovanni Paolo II ed io ero soltanto una bimbetta di cinque anni (per cui andai a San Pietro una mattina e basta). Mi sarebbe piaciuto andare a Rio o Cracovia, chissà se alla fine questa cosa la farò mai...

    Spero proprio che anche questi ragazzi, una volta di ritorno, trasmettano l'entusiasmo già trasmesso da altri "superstiti" prima di loro. :)

    RispondiElimina

Lascia qui il tuo commento all'articolo. Lo leggeremo e cercheremo di pubblicarlo quanto prima. Grazie del tuo contributo al Blog!