mercoledì 20 gennaio 2016

Tempo di esami - La preghiera per lo studente di San Giuseppe da Copertino

Cari amici in ricerca, il Signore vi dia pace. 
So che molti di voi sono in "tempo di esami", affaticati nello studio e forse preoccupati e tesi. Vi invito ogni tanto a prendervi qualche minuto di sosta, per riposare un pò e anche per dedicarlo ad una semplice preghiera al Signore attraverso l'intercessione di San Giuseppe da Copertino, patrono degli studenti e frate francescano minore conventuale (della mia famiglia religiosa). Ecco di seguito una classica "preghiera per gli esami" e il bellissimo "cantico del bene" scritto dallo stesso san Giuseppe. 
Vi benedico. Al Signore Gesù sempre la nostra lode. 
fra Alberto (fra.alberto@davide.it)

S. Giuseppe da Copertino, il "santo dei voli", patrono degli esaminandi
Preghiera prima degli esami
Nella fatica dello studio e degli esami,
S. Giuseppe da Copertino,
amico degli studenti e protettore
degli esaminandi,
vengo ad implorare il tuo aiuto.
Tu sai, per tua personale esperienza,
quanta ansia accompagni l'impegno
dello studio e quanto facili siano il pericolo
dello smarrimento intellettuale e lo scoraggiamento.
Tu che fosti assistito prodigiosamente da Dio
negli studi e negli esami per l'ammissione
agli Ordini Sacri, chiedi al Signore luce per la mia mente
e forza per la mia volontà.
Tu che sperimentasti tanto concretamente
l'aiuto materno della Madonna,
Madre della speranza, pregala per me,
perché possa superare facilmente tutte
le difficoltà negli studi e negli esami.
Amen...

"Cantico del Bene"
 scritto da S. Giuseppe da Copertino
Chi fa ben sol per paura, non fa niente e poco dura.
Chi fa ben sol per usanza, se non perde poco avanza.
Chi fa ben come per forza, lascia il frutto e tien la scorza.
Chi fa ben qual sciocco a caso, va per l’acqua senza vaso.
Chi fa ben per parer buono, non acquista altro che suono.
Chi fa ben per vanagloria, non avrà giammai vittoria.
Chi fa ben per avarizia, cresce sempre più in malizia.
Chi fa ben con negligenza, perde il frutto e la semenza.
Chi fa ben all’indiscreta, senza frutto mai s’acquieta.
Chi fa ben solo per gusto, mai sarà santo né giusto.
Chi fa ben sol per salvarsi, troppo s’ama e non sa amarsi.
Chi fa ben per puro amore, dona a Dio l’anima e il core
e qual figlio e servitore sarà unito al suo Signore.
Gesù dolce Salvatore sia lodato a tutte l’ore,
il supremo e gran motore d’ogni grazia donatore.
Amen.

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento all'articolo. Lo leggeremo e cercheremo di pubblicarlo quanto prima. Grazie del tuo contributo al Blog!