domenica 29 novembre 2015

Festa dei "santi di famiglia"

Festa di tutti i Santi dell’Ordine Francescano
29 novembre

Quadro dedicato ai Frati Martiri del Perù 
che il prossimo 5 dicembre saranno beatificati
Cari amici in cammino e in ricerca vocazionale, il Signore vi dia pace.
Oggi, 29 novembre, nel mondo francescano si celebra una giornata davvero speciale: la festa di tutti i santi francescani, la festa dei "santi di famiglia", di quanti nei secoli hanno aspirato e raggiunto la santità seguendo il Vangelo e le orme di San Francesco.

Si tratta di una grande folla proveniente da tutti i ceti sociali e da ogni popolo. Vi sono martiri, dottori, sacerdoti, fratelli religiosi, laici, vergini, sante donne…: santi famosi e conosciuti.., così come figure "piccole" e nascoste.... Una moltitudine immensa radunata intorno al Poverello di Assisi, “recante il segno del Dio vivo” nelle sue carni (le S. Stimmate). Uomini e donne che scegliendo l’umiltà e la povertà, hanno dissetato il loro cuore all’eterna fonte dell’Amore - Gesù - che solo dona la gioia e la pace vera. Per Lui si sono spesi senza misura, anche disposti a offrire la vita (vedi la vicenda dei frati martiri del Perù).

Il loro segreto: un SI’, un ECCOMI, di consegna e abbandono assoluto nelle mani di Dio, Padre buono. Nel proprio tempo e secondo le rispettive capacità, hanno fatto di Gesù Cristo il centro della propria esistenza, diventando strumenti di pace e di speranza per molti: poveri, affamati, assetati, ignudi, malati, perseguitati, carcerati... . Ogni loro parola "sa di Vangelo" e le loro opere "profumano di Cristo".

La festa di tutti i Santi dell’Ordine francescano, si celebra in questo giorno perchè il 29 novembre 1223, Francesco e i suoi primi frati ricevettero l'approvazione definitiva della Regola da parte di papa Onorio III. La pergamena originale è conservata ad Assisi, nella cappella delle reliquie della Basilica di San Francesco.

In questa ricorrenza noi frati francescani, facciamo memoria e rinnoviano i Voti di Castità e Povertà e Obbedienza pronunciati a suo tempo, pubblicamente, con la Professione Religiosa e, sull'esempio di san Francesco, nostro Serafico padre e di tanti Santi nostri confratelli, ci riconfermiamo nel desiderio e nella volontà di "osservare fedelmente il Santo Vangelo".

La luminosa testimonianza dei Santi Francescani, può ricordare anche a tutti noi che la Santità non è un qualcosa del passato, né un itinerario per pochi o il privilegio di una élite ... Si tratta di una strada sempre aperta per chi decide di intraprenderla, un invito sempre nuovo per chi lo voglia accogliere e mettere in pratica. La SANTITA’….una meta anche per te!

Al Signore Gesù sempre la nostra Lode. fra Alberto (fra.alberto@davide.it)

Fra Miguel Tomaszek e fra Zbigniew Strzalkowski
in un momento fraterno a pochi giorni dalla loro uccisione

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento all'articolo. Lo leggeremo e cercheremo di pubblicarlo quanto prima. Grazie del tuo contributo al Blog!