giovedì 23 luglio 2015

Cosa fanno i frati? Stanno con i giovani

Cari ragazzi e ragazze in ricerca,
cari lettori... abituali,
pace e bene a tutti voi... e scusate se non siamo molto presenti e attivi sul blog in queste settimane. Oltre a qualche salutare giorno di riposo, infatti, per me e fr. Alberto molte settimane estive sono impegnate altrove, rispetto al Convento del Santo di Padova dove abitiamo. In particolare siamo e saremo coinvolti in varie attività con i giovani.





In particolare in queste settimane di luglio entrambi - oltre a diversi altri frati - siamo coinvolti nell'animazione di diversi campi per ragazzi/e ad Assisi, presso la Basilica di San Francesco. Fr. Alberto è lì anche questa settimana (io sono altrove ma di questo vi scriverò prossimamente). Si tratta delle Settimane di spiritualità per adolescenti, che da molti anni raccolgono tanti giovanissimi da tutte le parti d'Italia. Ogni settimana partecipano circa 170/180 tra adolescenti e educatori.



E noi frati cosa facciamo qui? Fr. Simone e fr. Antonio del Centro Francescano Giovani - Assisi, in collaborazione di alcune Suore di Assisi, hanno curato un fitto programma tutto orientato ad offrire a questi giovanissimi - il più possible con il loro linguaggio e alla loro portata - una vera esperienza di fede e spiritualità cristiana... alla luce della forte testimonianza di san Francesco... che li ospita in "casa sua".
Le giornate sono segnate da attività e pellegrinaggi suoi luoghi di vita di Francesco, momenti di preghiera, gruppi di condivisione e approfondimento, laboratori di espressione, giochi, serate di fraternità...
Per noi frati significa vivere giorni impegnativi sotto vari punti di vista, ma anche ricevere molta energia e speranza dal contatto con tanti adolescenti... come ben sanno coloro che si spendono come animatori ed educatori in parrocchia con questa fascia d'età.
Quasi ogni settimana li vediamo arrivare piuttosto intimiditi e sospettosi, e sei giorni dopo non vorrebbero più andarsene per la forte esperienza vissuta e le nuove amicizie instaurate. Non di rado ci capita di scherzare e divertirci con loro, ma anche di raccogliere confidenze emozionate o sofferte, o accogliere nella confessione alcuni che non vi si accostavano più da tempo. Per tutti coloro che non conoscevano frati e suore, in pochi giorni cadono stereotipi e pregiudizi atavici sulla nostra "categoria".



Ho attinto alla mia esperienza personale per tentare in breve di tratteggiare quella che è l'esperienza di molti frati, in modo particolare in questi mesi estivi. Penso a fr. Matteo, viceparroco a Milano, o a fr. Giambattista, frate impegnato in uno dei più grandi Oratori (chiamati "patronati" in Veneto) di Padova; o a fr. Paolo, fr. Marco e fr. Tiberio, giovani parroci rispettivamente a Faenza, Como e Trieste... o ai frati di Longiano (FC) che con l'aiuto di altri frati e molti volontari laici animano il Villaggio San Francesco (Cancellino, Badia Prataglia di Poppi, Arezzo, vicino al Passo dei Mandrioli). Tutti loro hanno in programma uno o più campi-scuola o Grest con bambini, adolescenti e giovani.

Ecco alcune iniziate interessanti per il mese di agosto, rivolte non più agli adolescenti, ma ai giovani.

Noi ci saremo... e voi??

A me fa tanto piacere spendere le mie energie, specie in questi anni (abbastanza) giovanili (ho 35 anni), per i bene e la crescita nella fede di adolescenti e giovani... E accolgo sempre come una testimonianza forte ed edificante vedere frati (e suore) più maturi di me, come lo stesso fr. Alberto, o fr. Giuseppe (che ha ben più di 60 anni), che con dedizione ed energia si spendono ancora per giovani e giovanissimi attraverso giornate decisamente intense!

Scusa se faccio un salto indebito... ma... E tu? Per chi vuoi spendere la tua giovinezza, le tue energie? La tua voglia di trasmettere, non solo i tuoi talenti, ma soprattutto la tua fede??
E non solo per chi... ma per Chi?
Già: per Chi... in fondo ciò che facciamo per la vita di tanti fratelli e sorelle più giovani è soprattutto uno dei compiti più naturali insiti nella nostra consacrazione: riparare il Volto di Cristo nel volto di ciascun giovane... restaurare la casa della loro umanità perché possa essere un accogliente casa e tempio di Dio.

Ti aspettiamo a darci una mano... ce n'è tanto bisogno!

Il Signore doni pace a tutti voi!

frate Francesco

1 commento:

  1. Ragazzi, condivido appieno ciò che scrive fra Francesco..!
    Adolescenti, giovani e meno giovani... questa estate o la prossima regalatevi una vacanza diversa dalla solita settimana al mare con famiglia o dal weekend per discoteche con gli amici...!
    Io ho quasi 21 anni, e due anni fa, quando per pura casualità (o forse no, chissà?) ho avuto l'opportunità di stare per 5 giorni ad Assisi col gruppo della mia parrocchia, senza che fossi andato minimamente a cercarli, me ne sono tornato a casa talmente tanto colpito e segnato in positivo dall'atmosfera lì vissuta che tutto poi, davvero, non è stato più come prima!
    Posso solo immaginare un ragazzo come me che si ritrova, forse da zero, a vivere un'esperienza come questa (molto più forte e meglio organizzata di quella che ho vissuto io) come potrebbe tornarsene a casa!
    Ma perché proprio fino ad Assisi? E con chi ci vado? E cosa mi diranno gli altri?
    Forza... Non dobbiamo avere paura di buttarci!
    La posta in gioco spesso è molto più alta di quelli che sono i nostri piccoli e infondati timori! ;-)

    RispondiElimina

Lascia qui il tuo commento all'articolo. Lo leggeremo e cercheremo di pubblicarlo quanto prima. Grazie del tuo contributo al Blog!