domenica 17 maggio 2015

Andate in tutto il mondo e proclamate il Vangelo....

Fra Giacomo e sullo sfondo il chiostro del convento di Brescia
Domenica 17 maggio 2015
Solennità dell’Ascensione del Signore

Andate in tutto il mondo e proclamate il Vangelo a ogni creatura… Allora essi partirono e predicarono dappertutto, mentre il Signore agiva insieme con loro e confermava la Parola con i segni che l’accompagnavano(Mc 16, 15.20).

Il Signore vi dia pace cari amici in cammino e in ricerca vocazionale. 
Siamo reduci da un bellissimo fine settimana con il Gruppo San Damiano. In particolare oggi, domenica dell'Ascensione, abbiamo vissuto un'esperienza di pellegrinaggio a piedi (vari chilometri) verso un'antica pieve romanica immersa nel verde della campagna bresciana: un luogo legato alla vicenda umana e cristiana di un nostro santo frate, fra Giacomo Bulgaro. Ormai verso la fine dell'itinerario vocazionale (iniziato ad ottobre), è stato utile quasi riassumere e riproporre i passi percorsi nel discernimento di questi mesi con i passi certo non meno concreti e altrettanto "sudati" del pellegrinare. La preghiera e il silenzio, la recita del Rosario, la testimonianza di fra Giacomo, ci hanno accompagnato verso la meta, così che il nostro camminare su quel sentiero lungo il fiume, si è trasformato inevitabilmente in una metafora di vita, in un simbolo della ricerca interiore che ciascuno sta intraprendendo, ma anche in un rimando al comando del Signore che oggi abbiamo udito:
" andate...proclamate il Vangelo ad ogni creatura..."


La fotografia qui sopra, ci riporta invece alla basilica di s. Antonio a Padova: c’è la Parola di Dio che sarà proclamata e spiegata, accanto vi è il cero pasquale, segno di Gesù Risorto, nostra Luce, e sullo sfondo l’affresco con s. Antonio su di un albero di noce che indica a quanti sono accorsi a lui (il fatto avvenne a Camposampiero, sopra Padova) non la sua persona bensì il Vangelo. Se il nostro grande santo ha potuto annunciare Gesù con tanto vigore e successo, se il Vangelo è giunto sino a noi è perché un nucleo di poche persone, discepoli del Signore, ha obbedito a quell’ andate in tutto il mondo e proclamate il vangelo a ogni creatura. Un campo immenso, un orizzonte infinito che è consegnato anche a noi, -non solo ai sacerdoti, alle persone consacrate-, per far fiorire vita, suscitare gioia, confortare i cuori con la sua Parola.  E’ la nostra missione. Partirono e predicarono dappertutto, mentre il Signore agiva con loro. Gesù Risorto è con me in ogni gesto di bontà, in ogni parola vera, in ogni slancio di accoglienza. Io e lui: insieme. Si fida di me il Signore Gesù per raggiungere l’altro (dappertutto!), con la buona notizia del suo amore che sana e sfama il mondo. 
Buona settimana a tutti. I vostri frati

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento all'articolo. Lo leggeremo e cercheremo di pubblicarlo quanto prima. Grazie del tuo contributo al Blog!