giovedì 2 aprile 2015

Verso il Triduo Pasquale 2015


Prima della festa di Pasqua, Gesù, sapendo che era venuta la sua ora di passare da questo mondo al Padre, avendo amato i suoi che erano nel mondo, li amò sino alla fine(Gv 13,1).

Pace e bene a voi tutti cari amici in in cammino e in ricerca vocazionale. 
Inizia ormai il Triduo Pasquale e qui alla Basilica del Santo (Pd) alcuni giovani condivideranno con noi frati questi giorni tanto intensi. Ma è un inizio che coinvolge ogni piccola o grande comunità cristiana sparsa nel mondo, chiamata a celebrare il mistero della Passione e Morte e Resurezzione del Signore Gesù . 

L'immagine di cui sopra, è stata scattata lo scorso anno in Trentino (dal nostro p. Giovanni V.) in un piccolo cimitero posto alla sommità del paese ove i morti vegliano sui vivi: i piedi di Gesù, un cuore

La settimana santa è piena di piedi e di cuori. In primis, il cuore amante di Gesù. Eppoi i piedi: quelli di Gesù cosparsi di profumo prezioso da una donna sconosciuta (lunedì santo), i piedi lavati da Gesù ai discepoli (giovedì santo), ancora quelli di Gesù inchiodati alla croce (venerdi santo), per non parlare di quelli delle donne e dei discepoli nel concitato mattino di Pasqua.

Sui piedi di Gesù che ha percorso tanti chilometri, che ha camminato i sentieri dei cuori per cercarci, si posa il grazie della riconoscenza. E l’impegno a seguirlo, -con i piedi, con il cuore- nella memoria viva della sua passione per noi, del suo continuare ad amarci “sino alla fine”. 

Buon Triduo Pasquale. I vostri frati

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento all'articolo. Lo leggeremo e cercheremo di pubblicarlo quanto prima. Grazie del tuo contributo al Blog!