giovedì 5 marzo 2015

Giovani al Triduo Pasquale 2015 con i frati francescani

Giovani e Frati

TRIDUO PASQUALE  2015

Basilica di Sant'Antonio - Padova

Cari amici, la Pasqua si avvicina...!
Vi ricordo la possibilità unica di vivere i giorni del Triduo Pasquale con noi Frati Francescani presso il Convento e la Basilica di Sant'Antonio di Padova: dal pomeriggio del Giovedì Santo (2 aprile) alla Domenica di Pasqua (5 aprile). La proposta è per giovani 18-30 anni (ragazzi e ragazze). I posti sono limitati: chi fosse interessato ci scriva quanto prima. L'esperienza è condivisa con le Suore Francescane Elisabettine. Vi benedico. Al Signore Gesù sempre la nostra lode.
frate Alberto


CINQUE "BUONI MOTIVI" PER PARTECIPARE
1) Per condividere una fortissima esperienza di fraternità e di preghiera con altri giovani e i frati della comunità francescana della "Basilica del Santo" (Frati Minori Conventuali) in uno dei più importanti e antichi conventi francescani del mondo (siamo più di 50 frati!).
2) Per comprendere e vivere in modo più intenso e profondo il mistero della Passione, Morte e Resurrezione di Gesù, grazie alle splendide liturgie e alle catechesi offerte.
3) Per incontrare da vicino alcune opere di "resurrezione" e "di frontiera" a cui noi francescani (frati e suore) ci dedichiamo in favore dei più poveri.
4) Per stare accanto alla tomba di un umile frate francescano che, però, è anche il Santo più amato e conosciuto nel mondo intero: sant'Antonio di Padova.
5) Per poter "esportare" questa ricchezza di esperienze nella tua comunità parrocchiale e cristiana, con una partecipazione più profonda e consapevole dei Misteri Pasquali della nostra salvezza.

=========\\\\=======\\\\=======\\\\==========

     NOTE TECNICHE
Data la centralità del Triduo santo e della Veglia Pasquale, è molto importante vivere questo momento fondamentale dell'Anno liturgico nella propria parrocchia. Offriamo questa possibilità, a cui ciascuno può partecipare UNA v​olta sola, perché sappiamo per esperienza che vivere le celebrazioni pasquali in un luogo come la Basilica di Sant'Antonio - affiancandovi catechesi, tempi di silenzio e preghiera, di fraternità, oltre che testimonianze e visite presso realtà che mettono a contatto diretto con le sofferenze del nostro tempo -, sia una grande occasione di formazione cristiana per giovani, che possono poi condividerne i frutti nelle proprie comunità.
Per la buona riuscita dell'esperienza il numero dei partecipanti è volutamente ristretto: non si accettano iscrizioni oltre il numero previsto. Dunque, se desideri saperne di più e sei interessato a partecipare, affrettati!!


Per ogni informazione e l'iscrizione, scrivici al più presto:

- frate Francesco: francesco.ravaioli@gmail.it
- fra' Alberto: fra.alberto@davide.it

- Portare Bibbia e quaderno; lenzuola o sacco a pelo, asciugamani, le tue cose personali, abbigliamento adatto per un’uscita all’aperto (il sabato si va sui colli, all’eremo).
- Per l’esperienza ciascuno potrà contribuire con un’offerta libera.


​TESTIMONIANZE​: chi l'ha già vissuto

Il Triduo Pasquale è stata un’esperienza molto ricca. Le celebrazioni alla Basilica del Santo, vissute in modo intenso, le testimonianze dei consacrati che vivono a contatto con “i poveri” a Casa Santa Chiara e nella Comunità San Francesco, l’opportunità di incontrare altri coetanei in cammino di fede: questo insieme di attività mi ha permesso di passare dal Vangelo alla vita e dalla vita al Vangelo alla maniera francescana.
Francesca

Il Triduo è stata un'esperienza unica! Un modo per far silenzio e accogliere nel migliore dei modi Il mistero della morte e risurrezione di Gesù! Sicuramente i momenti comunitari sono stati meravigliosi, conoscere altri giovani e condividere le propria fede con loro è un grande dono! Ma le Messe, l’Adorazione eucaristiche e la Veglia Pasquale, il silenzio dell’Eremo sono stati i momenti che ho vissuto più intensamente e che mi hanno fatto crescere e avvicinare ancora di più a Gesù! Le catechesi fatte sono state essenziali per vivere e più a fondo quest'esperienza!
Maria Lia

Nella mia parrocchia durante la quaresima e il triduo si fanno delle belle attività... tante cose e molto belle: però, vivendole tutti gli anni, si fa fatica ad assaporarle sempre...
Ed ecco che poi è arrivata questa esperienza, che ha rinnovato tutto. Affrontare il triduo, in un atmosfera carica di attesa e contemplazione (è facile farsi contagiare dalla passione che ci mettono questi frati), con testimonianze e catechesi giorno per giorno su ciò che avremo vissuto, mi ha veramente fatto apprezzare in maniera nuova e profonda il mistero della Pasqua, la risurrezione di Gesù ma, devo dire, soprattutto la sua croce e il suo Amore incondizionato che ci salva. Questo mi ha donato l’esperienza: ritrovare la centralità, la santità e la profondità della Pasqua. Tutto questo in un ambiente di fraternità palpabile e gioia.
Giacomo


Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento all'articolo. Lo leggeremo e cercheremo di pubblicarlo quanto prima. Grazie del tuo contributo al Blog!