domenica 22 settembre 2013

Francesco... seguimi


Papa Francesco racconta: «…visitavo spesso la chiesa di San Luigi dei Francesi, e lì andavo a contemplare il quadro della vocazione di san Matteo di Caravaggio… Quel dito di Gesù così… verso Matteo. Così sono io. Così mi sento. Come Matteo. …un peccatore al quale il Signore ha rivolto i suoi occhi e il suo invito d'Amore». 


Dalle Omelie di san Beda il Venerabile
Gesù vide un uomo, chiamato Matteo, seduto al banco delle imposte, e gli disse: «Seguimi» (Mt 9,9). Vide non tanto con lo sguardo degli occhi del corpo, quanto con quello della bontà interiore. Vide un pubblicano e, siccome LO GUARDÒ CON SENTIMENTO DI AMORE E LO SCELSE, gli disse: «Seguimi». Gli disse «Seguimi», cioè imitami. Seguimi, disse, non tanto col movimento dei piedi, quanto con la pratica della vita.
SEGUIMI: Ed egli si alzò e lo seguì. 

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento all'articolo. Lo leggeremo e cercheremo di pubblicarlo quanto prima. Grazie del tuo contributo al Blog!