venerdì 5 luglio 2013

Villaggio San Francesco: un "luogo vocazionale"

L'ingresso al Villaggio San Francesco

Cari amici,
sono appena rientrato in convento dopo aver trascorso una manciata di giorni al fresco, a 1100 metri s.l.m. Ero al Villaggio San Francesco (www.villaggiosanfrancesco.org), una bella e grande casa al Passo dei Mandrioli, sul confine tra Romagna e Toscana. Lì con alcuni altri frati ho fatto qualche riunione per verificare e organizzare le attività di pastorale giovanile.
Accanto a noi i frati e i volontari, che animano la casa nel corso dell'estate, lavorando e pregando insieme, si davano da fare per i 220 ragazzi/e dei due campi parrocchiali che si stanno svolgendo questa settimana.

Il Villaggio per molti giovani è stato negli anni un "luogo di grazia". Non pochi infatti hanno potuto scoprire e/o approfondire il proprio cammino vocazionale nello stile di vita semplice e intenso che lì frati e laici insieme riescono a condividere. Io stesso, nell'estate dopo la maturità, sono finalmente giunto a definire la decisione di entrare in convento nel corso di una settimana di servizio e preghiera lì, al Passo dei Mandrioli.
Maria Immacolata veglia sul Villaggio
La preghiera (la Liturgia delle Ore e la S. Messa quotidiana, l'Adorazione eucaristica e la Lectio divina settimanale...), il lavoro (pulizie, manutenzione, lavaggio piatti, cura della casa e del verde...) e non ultima la vita fraterna... sono i tre ingredienti fondamentali della vita dei frati e del Villaggio. Nel corso di questa estate anche alcuni ragazzi del Gruppo San Damiano vivranno un po' di tempo in questa originale "comunità".
Sì, ai frati del Convento di Longiano si affiancano qualche famiglia di terziari francescani (Ofs), e – per qualche periodo – anche le Suore Francescane di Longiano: come a costituire una fraternità ampia che cammina e si arrichisce vicendevolmente nella preghiera e nel lavoro. A questo nucleo si aggiungono – di settimana in settimana – vari volontari e volontarie, giovani e famiglie, che contribuiscono all'andamento del Villaggio e allargano la gioia della fraternità.

Non si può poi trascurare che, essendo immerso nel verde nel Parco nazionale del Casentino, offre molte possibilità di godere i doni della creazione. Tra i possibili itinerari di passeggiate ce ne sono due particolarmente signifitivi nella "Valle Santa", come è chiamata quella su cui il Villaggio si affaccia: il Santuario francescano de La Verna (dove san Francesco ha ricevuto le Stimmate) e Camaldoli, con l'Eremo e il Monastero fondati da san Romualdo.

Se vuoi, anche tu puoi fare questa esperienza e condividere un po' del tuo tempo. Qui puoi trovare i dati per contattare il Villaggio, riferendoti soprattutto al responsabile, fra' Mirko.

Un particolare della chiesa
Il Signore vi dia pace!
frate Francesco

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento all'articolo. Lo leggeremo e cercheremo di pubblicarlo quanto prima. Grazie del tuo contributo al Blog!