giovedì 18 luglio 2013

Preghiamo per voi

In questa giornata di giovedì – qui al Capitolo Provinciale – abbiamo celebrato la santa Messa per le vocazioni. Guidati nella pregheira da fr. Gianni Cappelletto, ex Ministro provinciale, abbiamo pregato in modo particolare per voi, cari amici, che vi interrogate sulla vostra strada. Il giovedì è il "giorno vocazionale" della settimana, perché si ricorda come proprio nella sera di giovedì (santo) Gesù istituì l'eucaristia e il sacerdozio nel corso dell'Ultima Cena.

Nel vangelo di oggi, molto breve, Gesù dice:
«Venite a me, voi tutti che siete stanchi e oppressi, e io vi darò ristoro. Prendete il mio giogo sopra di voi e imparate da me, che sono mite e umile di cuore, e troverete ristoro per la vostra vita. Il mio giogo infatti è dolce e il mio peso leggero» (Mt 11,28-30).
Possiamo vederla anche in queste parole la vocazione per la vita di ciascuno di noi. Un'invito e una promessa.
Gesù ti invita ad avvicinarti sempre di più a lui: la tua vocazione è il tuo modo, la tua strada personalissima per avvicinarti a Gesù. È il tuo andare, la tua fatica nel cammino. La tua risposta.
Ma quando sarai giunto alla metà, potrai sperimentare la verità delle sue parole. Davvero il suo invito era verso il "meglio per te" e il "meglio di te". Vivere la vita che Dio ha pensato per te, significa riposare anche nell'intensità del lavoro apostolico o nella complessità di una vita familiare... perché le inquietudini su quale sia il tuo posto nel mondo si spengono. Ciò che sei e ciò che fai ti appaga, perché fa parte di te, perché corrisponde al disegno divino, con cui la tua persona è emersa dalle mani di Dio e dalle sorprese provvidenziali della tua storia.
Fraternamente...
frate Francesco

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento all'articolo. Lo leggeremo e cercheremo di pubblicarlo quanto prima. Grazie del tuo contributo al Blog!