sabato 27 luglio 2013

Diventare frate a 40 anni?

Pace e bene,
cari amici in ricerca della vocazione del Signore per la vostra vita.

Oggi vi propongo parte della corrispondenza intercorsa con Mario, 39 anni, che mi chiede informazioni circa la possibilità di diventare frate francescano, pur non essendo giovanissimo. Sono molti gli adulti che mi scrivono al riguardo chiedendo notizie....L'argomento è dunque interessante per tanti.

Ricordo tutti e affido ciascuno al Signore Gesù. 
A Lui sempre la nostra Lode.

Fra Alberto

Assisi: P. Gianni Cappelletto (al centro) 
allora Ministro Provinciale del Nord Italia con 2 novizi, 
fra Antonio (a sinistra / ex ingegnere/ 40 anni) e fra Alex  (ex fisioterapista/34 anni)  
nel giorno della loro Professione Semplice (8 settembre 2012)

LETTERA DI MARIO
Caro fra Alberto, grazie per il suo servizio prezioso..Le sottopongo la mia situazione personale. Ho ormai 39 anni compiuti...40 fra pochi giorni, un buon lavoro (tecnico ospedaliero) e una buona vita anche di fede e di relazioni. Per tanti motivi, fra cui soprattutto le gravi malattie succedutesi ad entrambi i miei genitori che ho assistito per anni con amore (sono scomparsi a breve distanza, lo scorso anno), non ho avuto nè il tempo nè la possibilità di pensare mai seriamente a me stesso e ad una mia strada individuale. Affettivamente, sognavo come tutti una famiglia e di poter incontrare una persona "giusta" per me...; persona, che non ho mai trovato (nè forse cercato veramente). Riconosco infatti di avere scelto più di qualche volta in questi anni di "non pensarci" e di andare avanti come potevo, trovando conforto e senso in un'assistenza e in una dedizione ai miei cari bisognosi che mi impegnava totalmente (oltre al mio lavoro) e evadendo.. andando in montagna (che adoro). Da un pò di tempo, (sarà la solitudine, ma anche il senso di servizio che ho immagazzinato e che mi appartiene , così come la fede semplice che non ho mai abbandonato....) sto intravedendo in me un desiderio di consacrazione, di vita francescana..So che sono "un fuori età", ma..mi chiedo se sia possibile fare un percorso, almeno valutare con qualcuno di voi , se questo sogno possa avere una direzione e una meta. Grazie per la sua risposta. Mario da Verona 

RISPOSTA DI FRA ALBERTO
Pace a te caro Mario, grazie per la fiducia. Circa quanto mi scrivi  (il discernimento per una vocazione adulta - over 35 -), ho trattato frequentemente la questione nel blog e in tantissime risposte individuali nei vari commenti. 
Anche a te ribadisco prima di tutto (come ai molti lettori più giovani e meno giovani) un orientamento di fondo che da sempre ci guida. Siamo infatti convinti che un passo tanto impegnativo come il diventare frate o prete, trovi un suo percorso più lineare e semplice e completo quando avviene in età giovanile (entro i 35 anni) e che vi sia pertanto "un tempo" più adatto e più favorevole per questa scelta di vita come per ogni altra scelta (per es. anche per chi si sposa..). La nostra lunga esperienza ci mostra infatti, come le vocazioni "adulte", abbiano sovente un cammino decisamente più contorto, dovendo fare i conti con una struttura personale ormai ben definita, abitudini e stili di vita consolidati, che inevitabilmente un cammino di consacrazione, chiede di rivisitare e cambiare; cosa per niente scontata!!. E credimi, non sempre la buona volontà e la retta intenzione come neppure la genuinità di una vocazione, riescono a garantire serenità dai contraccolpi che sopraggiungono per es. dal passare da una vita individuale ad una vita comunitaria, da una gestione autonoma in tutto di se stessi ( ..come per es. l'aspetto economico) al dover dipendere da altri e rendere conto di ogni cosa, al dover "ricominciare" per es. a studiare...e a formarsi..ecc..ecc.. Questo non significa che vi sia un diniego a priori da parte nostra e una chiusura senza appello per gli adulti che bussano alla nostra porta. Anzi..! In questi  anni varie persone adulte hanno camminato e stanno camminando con noi in un discernimento vocazionale e più di qualcuno è pure arrivato ad una scelta di vita religiosa, diventando frate e prete, mentre altri si confermati nella vita cristiana, come laici.  In ogni caso, ciò che cerchiamo di fare con questi fratelli che chiedono di diventare frati, è un cammino serio di accompagnamento e verifica, adeguato alla loro età adulta. Se dunque per i più giovani vi è l'ormai famoso itinerario del Gruppo san Damiano, ai più maturi in età (qui al Nord Italia) e per i quali ci sono le condizioni per avviare un discernimento, proponiamo invece percorsi più mirati e personalizzati con esperienze residenziali prolungate in qualche nostro convento e sotto la guida di qualche frate esperto e saggio . In particolare vi è un nostro convento/eremo del vicentino, che si sta  "specializzando", con frati preparati ad hoc,  a questo tipo di servizio inedito, ma sempre più richiesto. Se vorrai pertanto approfondire questa tua domanda, ci risentiamo, per valutare meglio insieme i passi più adeguati da compiere.
Affido al Signore la tua ricerca. 
frate Alberto 

9 commenti:

  1. Pace e bene
    Sono Luigi
    Ho sempre pensato mancasse qualcosa nella mia vita.
    Ho studiato e continuo a farlo.
    Nell andare con la mente al passato ricordo con nostalgia il periodo trascorso
    come ospite in un convento di cappuccini da cui mi sono allontanato pensando che il mondo mi chiamasse più forte di quanto la comunità allora molto anziana
    e per così dire chiusa nelle proprie abitudini mi sussurrasse la voce del Signore.
    Ora che sono un uomo fatto di 52 anni ricerco sempre più Dio dentro di me.
    Non nascondo che ho combattutto molto in questa vita cercando di capirne il senso. Quel "Quo Vadis Domine"? o meglio Signore dove mi porti?
    Mi ha portato lontano da "casa" e non ho più i miei affetti più cari: madre padre sorella sono morti. L'unico a non avermi abbandonato è il Signore.
    Molte volte ho pensato di accostarmi ad una comunità francescana ma avendo sperato i 40 ed ora a 52 anni pensavo mi fosse preclusa questa possibilità.
    Comprendo le perplessità del frate per le cosidette vocazioni mature e penso che solo il Signore può decidere chi come e quando.
    Se il cammino è arduo per pregresse abitudini di vita mi sento di rispondere il "giogo" con Gesu' accanto è certo più lieve.
    Vorrei che fosse il Signore a guidarmi e pertanto per ora lascio che sia lui a condurmi dove vuole.
    D'estate qundo dalla mia cella in convento osservavo il giardino e fra Giovanni intento a raccogliere i frutti dell' horto quella visione mi pareva in qualche maniera un pezzetto di cielo.
    Mi perdevo tra i libri delle due bibblioteche scorrevo con lo sguardo gli scaffali ed essendo la mia cella proprio di fronte alla bibblioteca passavo molte serate a leggere di tanti argomenti ed a pensare a quante mani avevano prima sfogliato tutte quelle ricchezze dello spirito e della mente.
    Quelle sere sono impresse nella mia memoria.
    Come l'odore della minestra del buon frate cuoco.
    L'intelligenza e l'acutezza del frate che parlava di filosofia.
    E ancora la curiosità del vecchio frate che amava aggiustare le radio di un tempo.
    Che Nostro Signore si pronunci dentro il mio cuore.
    Che Gesu' abbia cura di tutti voi francescani poichè è solo amando e servendo che ci appressiamo a Dio.
    Pace e bene
    Fra Alberto solo una richiesta per ora pregate il Signore per me cos' come faccio per tutti quelli che ricercano la sua luce.

    RispondiElimina
  2. Pace e bene Cari fratelli.
    Sono Francesco, un ragazzo di 38 aanni che da tempo sente la necessità di intraprendente il cammino insieme a San Francesco.Fin da bambino il mio primo avvicinamento a Dio mi diede la sensazione di sentirmi. in uno stato di quiete interiore.Servito messa e conoscevo il Prete della piccola comunità in cui crebbe.Poi ci fu la vita di tutti i giorni con tutte le malignità che mi trovai a misurare.Dentro di me mi sono sempre sentito estraneo ai ritmi frenetici della vita quotidiana, quella ossessione di tutti per raggiungere obiettivi e scopi per i quali i miei coetanei crescevano sgominato l'uno con l"altro.Sono caduto anche io in questa trappola, il che mi ha fatto compiere azioni poco degne quali appropriarsi di beni material tradendo prima il signore, i vuoi insegnamenti"i miei genitori, deludendo amaramente chiunque mi forse vicino.Allora ho abbandonato tutto e mi sono dedicato a servire il prossimo, non per ammenda ma per ritrovare quella pace che avevo nel mio cuore che mi spinge ora a volwr seguire Francesco.Mi rendo conto di essere quasi un 40enne ma confido nel fatto che solo inostro Signore può fermare la porta a cui intendo bussare.Vorrei poter aiutare chi realmente ha bisogno, senza però poter dimenticare che ho tanto bisogno anche io di essere aiutato e illuminato dalla parola di Dio.
    Vorrei chiedere se un giorno dovessi realmente presentarmi a quella porta se potrò anche io poter oltrepassare quella soglia dalla quale nulla mi spinge a tornare indietro.E.' possibiile per me poter servire gli altricome Frate? Chi può rispondere a questa domanda? Sarei prosto a fare come San Francesco e lasciare per sempre ciò che ho tranne la mia fede in Cristo Nostro Signore.Per favore mi date una risposta? Grazie infinite.

    RispondiElimina
  3. Pace e a te. Al sito che ti indico trovi i responsabili per le vocazioni francescane nelle varie regioni italiane. cerca il tuo referente e sentilo: ti aiuterà volentieri. Ti benedico. frate Alberto.

    http://giovaniversoassisi.blogspot.it/p/contatti.html

    RispondiElimina
  4. pace e bene a tutti se possibile vorrei avere un'informazione molto importante per me
    ho 41 anni e sono di Roma ho bisogno di sapere se posso entrare in convento anche fuori dalla mia città per essere più consapevole e sapere bene delle mie varie chiamate dal Signore fino ad ora nn mi hanno saputo aiutare, quindi chiedo a voi un'aiuto grazie mille

    RispondiElimina
    Risposte
    1. pace a te. se mi scrivi alla mia mail personale ti saprò dare qualche indicazione più precisa. Buon Natale. fra Alberto

      Elimina
  5. Pace e bene cari fratelli.
    Anch'io ho superato l'età "ideale" per accedere all'ordine francescano, ma vedo che anche altri come me sentono un desiderio vocazionale di servizio e amore verso la chiesa e il nostro Signore Gesù in età matura.
    Mi chiamo Lorenzo, ho 44 anni e vivo a verona.
    È da molto tempo che sento questo richiamo vocazionale ma non lo ho mai assecondato pensando di essere fuori età.
    Ora però questo richiamo è sempre più intenso e vorrei poterlo approfondire con una persona qualificata.
    Caro frate Alberto, è possibile avere dei contatti con questo monastero vicentino di cui parlavi nella risposta ad un ragazzo precedentemente ?
    Forse potrei trovare delle risposte chiare a questo mio sentire verso una vita vocazionale.
    La ringrazio molto.
    A presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. pace e bene. mi scriva alla mia mail personale e le darò le indicazioni del caso. (fra.alberto@davide.it). il Signore la benedica. fra Alberto

      Elimina
  6. Salve!sono un giovane siciliano di 39 anni, insoddisfatto della vita che conduco e desideroso di vero cambiamento. La mia insoddisfazione e' legata al fatto che ho sentito la chiamata del Signore più di una volta ma invece di aprire la porta mi sono girato dall'altro lato. Adesso sono convinto che non ci proverà più e sarò infelice tutta la vita. Sono infelice perché non scelgo mai e non ho sufficiente fede in Dio. Sento una profonda vicinanza con Lui ma lo rifiuto tutte le volte che mi chiama. Sono veramente uno stupido e immaturo. Mi sento fragile e mi manca il terreno sotto i piedi ma forse e' solo il segnale che mi devo dare una smossa, elevarmi verso l alto e lasciare per sempre i ricordi della mia amata fanciullezza. Grazie. Antonio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. pace a te . grazie per la fiducia. ti consiglio di contattare il frate siciliano incaricato per le vocazioni che di seguito ti segnalo. Ti benedico. fra Alberto
      fr. Antonio Parisi
      Responsabile pastorale vocazionale
      E-mail: fraantonioparisi@libero.it

      Elimina

Lascia qui il tuo commento all'articolo. Lo leggeremo e cercheremo di pubblicarlo quanto prima. Grazie del tuo contributo al Blog!