mercoledì 12 giugno 2013

Antonio: il Santo che il mondo ama

Giovedì 13 giugno 2013

SANT’ANTONIO DI PADOVA
(Sant’Antonio da Lisbona e di Padova)




O lingua benedetta , 
che hai sempre benedetto il Signore e lo hai fatto benedire dagli altri, 
ora appare a tutti quanto grande è stato il tuo merito presso Dio” 

Così s’espresse il ministro generale dell’Ordine francescano, fra Bonaventura da Bagnoregio, l’8 aprile del 1263, di fronte alla sorpresa di trovare - nella ricognizione del corpo di S. Antonio, 32 anni dopo la sua morte - la sua lingua incorrotta. Sono passati 750 anni da quel giorno e lo stupore continua.

Cosa ha voluto dire il Signore quel giorno e cosa vuole dire a noi oggi, attraverso questo ‘segno’? Tra le risposte possibili: che sant'Antonio con la sua lingua fu annunciatore coraggioso del Vangelo e forte difensori dei poveri. Per questo continuiamo a invocarlo come amico, fratello, custode e difensore. Come una persona cara che ci porta a Gesù.

Buona festa! 
I frati della comunità francescana della Basilica di Sant'Antonio di Padova

Caro S. Antonio...ti scrivo...

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento all'articolo. Lo leggeremo e cercheremo di pubblicarlo quanto prima. Grazie del tuo contributo al Blog!