mercoledì 8 maggio 2013

Vocazioni via internet - occasione o confusione?

Cari amici, il Signore vi dia Pace. Ricevo quotidianamente moltissime lettere di fedeli lettori che mi incoraggiano a proseguire nella mia opera di animazione e promozione della vocazione religiosa francescana via Web. Ringrazio tutti di cuore per gli apprezzamenti al blog che mi aiutano a proseguire in questo servizio di sensibilizzazione  vocazionale che ritengo provvidenziale per i giovani. Ma se molte sono le opportunità offerte dalla rete a chi è in ricerca, molte sono anche le insidie e le proposte confuse e dubbie da cui difendersi e su cui vigilare. Vi segnalo al riguardo oggi, uno stralcio della corrispondenza intercorsa con una ragazza in ricerca, Michela. 
Vi benedico e affido all'Altissimo. frate Alberto

Assisi: suore francescane verso la basilica di san Francesco

LETTERA DI MICHELA
Bellissimo il suo blog vocazionale che ho scoperto per caso. Le chiedo aiuto per il mio cammino di ricerca ormai in atto da qualche mese e che neccessita ora un passo ulteriore, anche se non so bene come muovermi..a chi rivolgermi. Vengo da una conversione e un ritorno alla fede dopo anni di abbandono; sono stata ad Assisi per lavoro (restauro)... e S. Francesco mi ha catturato!  C'è un blog simile per la vocazione femminile francescana? In internet ne ho trovati alcuni simili, ma non mi hanno convinto e per certi aspetti anche inquietato! Soprattutto perché spesso non risultava chiaro "chi" ne fosse il gestore, e in nome di "chi" si presentasse o parlasse. Pensi che stavo rischiando di entrare in un gruppo appartenente ad una setta "pseudo-francescana", sincretista ed ecologista, suadente per molti aspetti... ma per nulla cristiana e cattolica. Per fortuna poi, me ne sono resa conto... (...). Vedo invece, nella sua presentazione,  che lei è bene identificato come un frate e sacerdote francescano della Basilica del Santo di Padova, con riferimenti certi e sicuri... e questo mi ha convinto a scriverle con più tranquillità. Grazie per ogni consiglio che vorrà darmi. Michela

RISPOSTA DI FRA ALBERTO

Pace a te, cara Michela! Grazie per la fiducia e i complimenti che aiutano a proseguire in questo servizio! (...)
Se nella rete, si trova molto materiale vocazionale, non conosco in verità, blog "vocazionali francescani" o qualche cosa di simile specificatamente al femminile. 
Attenzione poi, come tu stessa affermi,  al WEB!!! In internet infatti, credo sia saggio muoversi sempre con prudenza, soprattutto quando si sta pensando di "giocarsi" la propria vita per il Signore e magari si scrivono poi cose molto personali...a sconosciuti!. In particolare è bene vigilare là dove  non siano chiari i gestori e non si riesce a capire bene chi ci sia "dietro", chi costruisca un blog o un sito e a nome "di chi" e "per quale famiglia religiosa" o anche "per quale Chiesa" ( non sempre si tratta di quella cattolica!!)  .  Per tale motivo invece, chiunque mi contatta, può conoscere del sottoscritto, da subito, molte cose : chi sono, dove abito,  come reperirmi, a quale Ordine appartengo. Mi pare questo un criterio di grande serietà e limpidezza nei confronti di chi mi legge e mi vuole scrivere o incontrare! Là dove manca tale chiarezza, meglio girare al largo! 
E' poi sempre mia premura, nei riguardi delle varie ragazze che mi scrivono (alla mia mail personale), il fare da tramite e da primo contatto con alcune belle e serie congregazioni francescane femminili (indirizzandole ad alcune brave religiose francescane con le quali collaboro qui a Padova o in Assisi);  oppure mettendole in contatto con qualche Monastero di Clarisse di cui posso fidarmi per l'impegno di vita spirituale (se c'è una domanda di vita claustrale). Per chi invece cerca esperienze di crescita nella fede il rimando è alle iniziative francescane della Basilica di S. Francesco in Assisi (CNPGV) o S. Antonio in Padova (www.riparalamiacasa.org) o alla vita dei giovani frati . Ugualmente, ai giovani che mi chiedono una guida spirituale per un cammino di discernimento alla vita consacrata, è sempre mia premura segnalare un bravo frate nel convento a ciascuno più vicino ( sia al nord che al sud d'Italia)...per un incontro e un dialogo personale!!!!  Tutto dunque, alla luce del sole e senza ambiguità!!
Internet infatti può aiutare molto a compiere un primo difficile passo, ma è sempre e solo l'incontro personale che alla fine fa la differenza... La rete, dunque, è una grande opportunità, ma anche un luogo che può creare molta confusione! Sempre, il Web deve rimandare ad un discernimento ulteriore, che si compie nel dialogo e nell'incontro personale (a tu per tu), nell'accompagnamento, nella direzione spirituale, nella conoscenza di un carisma specifico. Per questo è bene rivolgersi là dove si intuisce serietà e "riconoscibilità", certezza di un percorso di discernimento rispettoso e "cattolico" e soprattutto, là dove dietro una pagina Web, vi sono uomini e donne autentici, frati e suore veri, che vogliono solo il tuo bene. Ti benedico e incoraggio. 
frate Alberto da Padova
Frate Francescano Minore conventuale - Basilica del Santo.
mail: fra.alberto@davide.it

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento all'articolo. Lo leggeremo e cercheremo di pubblicarlo quanto prima. Grazie del tuo contributo al Blog!