sabato 25 maggio 2013

Sul Cammino di S. Antonio una preghiera per tutti


Pace e bene a voi, cari amici!

Si svolgerà questa notte il tradizionale pellegrinaggio dei giovani da Camposampiero (Santuari Antoniani) fino alla Basilica di S. Antonio in Padova. Si tratta di circa 25 km che  ripercorrono l'ultimo cammino del Santo prima della sua morte avvenuta il 13 giugno 1231. Vi chiedo una preghiera per i pellegrini che vi parteciperanno e soprattutto perchè il tempo sia abbastanza clemente in questo maggio "autunnale". Da parte nostra ci affidiamo a S. Antonio che seppe sfidare la tempesta e la burrasca del mare, quando giunse - naufrago - in Italia, ma che ancor più, sempre confidò nel Signore e mai si scoraggiò di fronte alle innumerevoli prove che la vita gli pose innanzi !!!!
Il pellegrinaggio, che  ha come sempre un  riferimento privilegiato nei giovani (anche in vista della GMG a Rio), sarà pure vissuto con un'intenzione di preghiera speciale e tutta "VOCAZIONALE", a sostegno dei giovani in cammino e in ricerca della propria strada e vocazione, per i ragazzi del Gruppo San Damiano, per i Postulanti e i nostri giovani frati in formazione. 
Non potremo però certo dimenticare le tante persone che si sono raccomandate, soprattutto i malati e i sofferenti e qualcuno in particolare che in questi giorni è alquanto provato e ha più bisogno di conforto e sostegno.
Cammineranno con noi anche un gruppo di carcerati del carcere cittadino accompagnati dal cappellano Don Marco Pozza: sono certo che la loro voglia di libertà ci aiuterà a gustare e ad apprezzare e ad accogliere come un dono e un regalo anche la pioggia e il vento e la fatica del cammino..e la campagna e la natura nelle sue multiformi manifestazioni. Talvolta anche noi, uomini della modernità  e della tecnologia , viviamo ormai da prigionieri e schiavi e reclusi, quasi incapaci ad alzare lo sguardo e lasciarci stupire dal mistero della vita, impacciati nel reimmergerci in un Creato che è più grande e immenso di noi..Sarà bello invece accogliere con letizia anche "sorella" pioggia ( probabile) e il freddo e "frate" vento "et nubilo".. "et sereno et omne tempo"..come ci invita San Francesco nel Cantico delle creature. .
Il Cammino di S. Antonio dunque, un'occasione di grazia e benedizioni per tutti!
Al Signore Gesù sempre la nostra Lode e al suo servo S. Antonio il nostro umile e devoto affidamento!

frate Alberto




Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento all'articolo. Lo leggeremo e cercheremo di pubblicarlo quanto prima. Grazie del tuo contributo al Blog!