venerdì 24 maggio 2013

Papa Francesco ad Assisi

Con lettera del 23 maggio 2013, indirizzata al Vescovo di Assisi,  il Santo Padre Francesco ha comunicato che il prossimo 4 ottobre intende recarsi pellegrino nella città di san Francesco.
image
Fra Mauro Gambetti, Custode del Sacro Convento e della Basilica che custodisce la tomba del Santo , così ha commentato: «Un fragoroso applauso della comunità del Sacro Convento riunita per la mensa fraterna e il suono a festa delle campane della Basilica papale, hanno espresso la gioia con la quale abbiamo accolto la notizia dell'arrivo in Assisi del Santo Padre Francesco il 4 ottobre prossimo. Come il beato Giovanni XXIII nel 1962, Papa Francesco verrà pellegrino sulla tomba del Santo Patrono d'Italia in occasione della sua Festa, per l'accensione della lampada votiva con i Vescovi umbri. Con sentimenti di gratitudine, intensificheremo la nostra preghiera per prepararci ad accoglierlo con devozione filiale e materna cura».
dal Sacro Convento di Assisi  

1 commento:

  1. Mio caro Padre Alberto

    È molto bello che il santo Padre si rechi ad Assisi per la Solennità di san Francesco. È meraviglioso l’entusiasmo con il quale i Minori del primo Ordine hanno accolto il nuovo Pontefice. E tuttavia, senza voler essere critico, la povertà e la sobrietà che sono desiderate dal Santo Padre e che sono proclamate dalle associazioni religiose, rimangono un concetto puramente ideale, almeno in Occidente. In quale stato di povertà, nel senso più appropriato del termine, si trova la Chiesa cattolica in Medio Oriente! Quale gioia scaturisce dai religiosi, dalle religiose e dai fedeli che sperimentano le silenziose angosce di una Chiesa marginalizzata. Ogni volta che nelle nostre superlative parrocchie si proclamano i valori più nobili (povertà, sobrietà, solidarietà, lealtà) si tenga in conto che oggigiorno questi valori posso toccarsi con mano nelle realtà più temibili per i cattolici e per i cristiani in generale (Gerico, Betania, Arabia). Pregate per questi fratelli dimenticati dalla velleità dei buoni propositi.

    Shabbat Shalom dalla Terra Santa

    Alessandro Nicodemo

    RispondiElimina

Lascia qui il tuo commento all'articolo. Lo leggeremo e cercheremo di pubblicarlo quanto prima. Grazie del tuo contributo al Blog!