giovedì 24 gennaio 2013

Ad Assisi...è sorto un sole

Cari amici , il Signore vi dia pace. 
Ringrazio i moltissimi che mi scrivono e apprezzano il blog. Devo dire che questo mi aiuta a proseguire in un servizio ai giovani a volte oneroso, ma sempre bellissimo. Vi affido anche quotidianamente al Signore nella ricerca della vostra vocazione e della strada buona per ciascuno di voi. 
In questi giorni si sta svolgendo ad Assisi, presso la tomba di san Francesco e la sua Basilica, il 200° Capitolo Generale dei frati Francescani Minori Conventuali. In particolare, il  29 gennaio avverrà l'elezione del successore del Serafico Padre a guida dell'intero Ordine diffuso in ben 65 nazioni. Assisi, è ancor più in questi giorni il cuore del francescanesimo, e dal mondo intero si guarda a questa piccola città, che ha regalato alla chiesa e all'umanità "un Sole" (così il sommo poeta Dante chiama S. Francesco). Invitandovi alla preghiera per questo appuntamento tanto importante per noi frati, vi regalo uno stupendo video su Assisi realizzato da un confratello insieme ad alcuni versetti tratti dal "Paradiso", della Divina Commedia, in cui Dante celebra S. Francesco. 
Al Signore Gesù sempre la nostra Lode. frate Alberto



Testo ( Paradiso - Canto XI, 45-54) 
Intra Tupino e l’acqua che discende 
del colle eletto dal beato Ubaldo, 
fertile costa d’alto monte pende,                                    45

onde Perugia sente freddo e caldo 
da Porta Sole; e di rietro le piange 
per grave giogo Nocera con Gualdo.                             48

Di questa costa, là dov’ella frange 
più sua rattezza, nacque al mondo un sole, 
come fa questo tal volta di Gange.                                 51

Però chi d’esso loco fa parole, 
non dica Ascesi, ché direbbe corto, 
ma Oriente, se proprio dir vuole.                                    54

Parafrasi al Testo
Fra il fiume Topino e il Chiascio, che scorre dal monte Ausciano dove il beato Ubaldo pose il suo eremo, digrada la fertile costiera di un alto monte (il Subasio), dal quale Perugia sente il freddo e il caldo dal lato di Porta Sole; e dalla parte opposta piangono, perché in posizione più svantaggiosa, Nocera Umbra e Gualdo Tadino.

Da questa costiera, nel punto in cui essa diventa meno ripida (ad Assisi), nacque un Sole per il mondo (Francesco) come questo (il Sole vero e proprio) talvolta nasce dal Gange.

Dunque, chi parla di questo luogo, non lo chiami "Assisi", poiché direbbe poca cosa, ma lo chiami "Oriente", se proprio vuole parlarne.

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento all'articolo. Lo leggeremo e cercheremo di pubblicarlo quanto prima. Grazie del tuo contributo al Blog!