sabato 6 ottobre 2012

Professione Solenne di fr. Michele e fr. Fabio

Cari amici, il Signore vi dia Pace. La nostra fraternità francescana della Basilica del Santo (Pd) ha vissuto giovedì 4 ottobre , solennità di S. Francesco, un grande momento di gioia e di festa: la Professione Solenne di due giovani frati - frate Michele e frate Fabio.
Riporto di seguito alcune parti del suggestivo rito che ha suggellato la Vocazione tanto alta di questi due giovani, ora FRATI PER SEMPRE.

Basilica di S. Antonio - Rito della Professione solenne
 LE INTERROGAZIONI
Terminata l'omelia, dopo un congruo tempo di silenzio, i candidati si sono alzati e il celebrante, P. Gianni Cappelletto -  Ministro Provinciale, li ha interrogati con le seguenti domande:

Il Celebrante ha domandato:
Fratelli carissimi, voi siete già morti al peccato e consacrati a Dio mediante il Battesimo;volete ora appartenergli più intimamente con il nuovo e definitivo titolo della professione perpetua nel nostro Ordine Serafico?
Frate Fabio e Frate Michele insieme hanno risposto: Sì, lo voglio.

Il celebrante:
Volete, con l'aiuto di Dio, abbracciare quella stessa vita di perfetta castità, obbedienza e povertà, che san Francesco, seguendo l'esempio di Gesù Cristo e della sua santissima Madre, la Vergine Maria, scelse per sé e i suoi frati, e in essa perseverare sino alla morte?
Frate Fabio e Frate Michele: Sì, lo voglio.

Il celebrante:
Volete impegnarvi a servire, amare, adorare e pregare il Signore Dio con cuore puro e mente pura ed essere uomini di preghiera o, più ancora, come il Padre san Francesco, preghiera vivente?
Frate Fabio e Frate Michele: Sì, lo voglio.

Il Celebrante:
Volete accogliere e amare i fratelli che il Signore vi dona, avendo per loro cura e sollecitudine, perché se una madre nutre e ama il suo figlio carnale, tanto più uno deve amare e servire il suo fratello spirituale?
Frate Fabio e Frate Michele: Sì, lo voglio.

Il Celebrante:
Volete, con la grazia dello Spirito Santo, dedicare la vostra vita  a rendere testimonianza a Gesù Cristo con la parola e con le opere e, come frati minori servire la Chiesa nello spirito di Gesù, che è venuto per servire e non per essere servito?
Frate Fabio e frate Michele: Sì, lo voglio.

Il Celebrante:
Volete, come pellegrini e forestieri in questo mondo, abbracciare l'altissima povertà del Signore Gesù Cristo e della sua Madre poverella, e condividere con letizia la vita dei poveri  e degli ultimi del mondo, riconoscendo in loro il volto del Signore?
Frate Fabio e frate Michele: Sì, lo voglio.

Il Celebrante, prendendo atto della loro decisione, dice queste parole:
Dio, che ha iniziato in voi quest'opera buona,
la porti a compimento fino al giorno di Cristo Signore.
Tutti:  Amen.


PROFESSIONE
Terminato il canto delle Litanie dei santi, durante il quale i candidati si sono prostrati a terra in segno di tale affidamento al Signore, vi è stato il momento della Professione con la formula che riporto.
Il Ministro era seduto. Fra Fabio e Fra Michele si sono presentati davanti a lui e, ad uno ad uno, mettono le loro mani nelle sue hanno letto la formula della Professione già antecedentemente scritta di proprio pugno.

A lode e gloria della Santissima Trinità.

lo, fra Michele / fra Fabio,
poiché il Signore mi ha ispirato
di seguire più da vicino il Vangelo
e le orme di nostro Signore Gesù Cristo,
davanti ai fratelli qui presenti,
nelle tue mani, fra Gianni Cappelletto,
con fede salda e volontà decisa:
faccio voto a Dio Padre santo e onnipotente
di vivere per tutto il tempo della mia vita
in obbedienza, senza nulla di proprio
e in castità
e insieme professo
la vita e la Regola dei Frati Minori
confermata da papa Onorio
promettendo di osservarla fedelmente
secondo le Costituzioni
dell'Ordine dei Frati Minori Conventuali ;
Pertanto mi affido con tutto il cuore a questa fraternità
perché, con l'efficace azione dello Spirito Santo,
guidato dall'esempio di Maria Immacolata,
per l'intercessione del nostro Padre san Francesco
e di tutti i santi,
sostenuto dal vostro fraterno aiuto,
possa tendere costantemente alla perfetta carità
nel servizio di Dio, della Chiesa e degli uomini.

Camposampiero- Santuari Antoniani: frate Fabio e frate Michele

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento all'articolo. Lo leggeremo e cercheremo di pubblicarlo quanto prima. Grazie del tuo contributo al Blog!