giovedì 6 settembre 2012

Sulla tua parola getterò le reti

Pace e bene a tutti, voi cari amici in ricerca e in ascolto della vocazione del Signore per la vostra vita.
Il Vangelo di oggi ci presenta una Parola che non può non toccare il nostro cuore e lasciraci indifferenti. E' un invito a FIDARSI del Signore Gesù "senza se"...e "senza ma"..; è un invito a percepire la cura e la responsabilità verso tante persone che solo dal nostro "Sì" alla Sua chiamata, potranno incontrare il Signore, trovare consolazione e conforto, incontrare la vita vera. Diventa anche tu "pescatore di uomini"!

Ricordo poi come presso la Basilica del Santo (Pd) , ricominci da stasera (dalle 21,00 alle 23,00) l'ADORAZIONE EUCARISTICA mensile; una stupenda occasione di preghiera per le vocazioni alla vita religiosa, sacerdotale e missionaria francescana.

Vi benedico. Al Signore la nostra lode. frate Alberto

Assisi - Giovani frati "in canto".

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Luca 5,1-11.

Un giorno, mentre, levato in piedi, stava presso il lago di Genèsaret e la folla gli faceva ressa intorno per ascoltare la parola di Dio, vide due barche ormeggiate alla sponda. I pescatori erano scesi e lavavano le reti.
Salì in una barca, che era di Simone, e lo pregò di scostarsi un poco da terra. Sedutosi, si mise ad ammaestrare le folle dalla barca. Quando ebbe finito di parlare, disse a Simone: «Prendi il largo e calate le reti per la pesca». Simone rispose: «Maestro, abbiamo faticato tutta la notte e non abbiamo preso nulla; ma sulla tua parola getterò le reti». E avendolo fatto, presero una quantità enorme di pesci e le reti si rompevano. Allora fecero cenno ai compagni dell'altra barca, che venissero ad aiutarli. Essi vennero e riempirono tutte e due le barche al punto che quasi affondavano. Al veder questo, Simon Pietro si gettò alle ginocchia di Gesù, dicendo: «Signore, allontanati da me che sono un peccatore».
Grande stupore infatti aveva preso lui e tutti quelli che erano insieme con lui per la pesca che avevano fatto;
così pure Giacomo e Giovanni, figli di Zebedèo, che erano soci di Simone. Gesù disse a Simone: «Non temere; d'ora in poi sarai pescatore di uomini».
Tirate le barche a terra, lasciarono tutto e lo seguirono.

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento all'articolo. Lo leggeremo e cercheremo di pubblicarlo quanto prima. Grazie del tuo contributo al Blog!