venerdì 20 luglio 2012

Quali i SEGNI della vocazione?

Pace e bene a voi tutti, cari giovani!
Ho ricevuto in questi giorni una bella lettera da Marco, un ragazzo di Monza (22 anni), in cui, presentandomi il suo cammino di ricerca vocazionale, i suoi desideri e dubbi e le molte paure, mi chiede quali siano i SEGNI certi della Vocazione religiosa e della scelta francescana; mi chiede come la si possa riconoscere e realizzare. Ringrazio Marco, che mi dà modo di approfondire questo tema richiestomi da tantissimi altri giovani. Vi benedico. frate Alberto da Padova


"Allora i Giudei presero la parola e gli dissero: «Quale SEGNO ci mostri per fare queste cose?". (Gv2,18)
Nel Vangelo la gente chiedeva spesso al Signore un SEGNO, un dato oggettivo che la aiutasse a credere in Lui. E' normale allora cercare di comprendere quali siano i SEGNI che ci possano indicare una via, una scelta di vita, un progetto del Signore per ciascuno di noi. Vediamo alcuni passaggi utili (cfr. www.vocazione.org ):

Intuizioni e Sensibilità
* Un pensiero che è rimasto costante nel tempo. Forse in certi momenti è stato più forte ed in altri meno, ma in questi ultimi anni è sempre rimasto vivo nella mia mente. C’è una grande intimità con il Signore ed una grande sensibilità spirituale.
* La presa di coscienza sempre più intima della propria amicizia con Gesù rappresenta un forte segno che ogni giorno sprona a fare un passo avanti. È quel di più che può, ad un certo momento, arrivare ad una dimensione totale e definitiva. Si cerca in ogni momento la Sua compagnia e la Sua presenza.
* Non ci sono grosse difficoltà, né problemi particolari con se stessi o con gli altri. Una sensazione di incompletezza, anche se a prima vista tutto sembra in ordine. Anche il lavoro, la vita affettiva o gli studi vanno bene, eppure… manca qualcosa, manca Qualcuno.
* Ti inquieta vedere i bisogni della gente, soprattutto vedi cha in questa società manca la presenza e la conoscenza di Cristo. Porti talvolta nell'animo una sorta di insofferenza verso un mondo e una società sterile e cinica e sogni orizzonti più luminosi.
* C’è come un “clik” o un insieme di avvenimenti che ci fanno “sentire” che c’è nell’aria una strada diversa. * Percepire già da un certo periodo di tempo di essere ad una svolta nella propria vita.
* Non si tratta di cercare un rifugio. Non si vuole scappare da quelle responsabilità e da quei compiti che il proprio stato di vita comporta. Semmai si tratta di “sentirsi a casa” quando si sta con Lui, sentire che questo “vestito” è fatto su misura per me.
 
Vita spirituale e  interiorità
* Ti piace dedicare del tempo alla preghiera e alla meditazione e senti il bisogno di vivere con costanza i Sacramenti partecipando anche durante la settimana alla Santa Messa e confessandoti ogni mese. Senti una forte attrazione per la vita spirituale.
* Hai ricevuto una grazia speciale in un momento preciso della tua vita: un pellegrinaggio, un campo ad Assisi,  un’esperienza missionaria, una visita del Papa, una GMG, degli esercizi spirituali, ecc…
* Vivi una vita di grazia e ti sforzi, per quanto ti è possibile, di stare lontano dalle tentazioni e dal peccato perché non vuoi intaccare la tua amicizia con il Signore.
* Senti che l'incontro e l'amore per Gesù, al di là di ogni tuo limite o fatica, è già per te fondamentale e irrinunciabile; è la fonte del tuo senso e della tua serenità quotidiana.
 
Generosità e dono di sè
* Desiderio di adoperarsi per gli altri. Una donazione disinteressata ed esclusiva che occupi non soltanto qualche ora alla settimana, ma che polarizzi la vita stessa. I bisogni, le necessità degli altri, dei più poveri, dei più deboli catalizzano i miei pensieri e la mia vita.
* Fin da bambino ho sentito il desiderio di donare la mia vita al Signore ed essere sacerdote o suora, oppure missionario o consacrata. Poi con gli anni non ci ho più pensato ma adesso questo pensiero si ripresenta.
* Sei generoso con gli altri nella vita quotidiana o ti dedichi con passione ad insegnare il catechismo, ad essere animatore nell’oratorio, fai parte di un gruppo di volontariato...
 
Attrazione e testimonianza
* Nel tuo cuore c’è una grande sensibilità per “sentire” il messaggio del Signore come chiamata a seguirlo: per esempio un’idea nella predicazione, una lettera di un amico o di un sacerdote, una conversazione con i tuoi coetanei, un libro che ti lascia delle domande aperte, ecc…
* Sei rimasto affascinato dalla figura di qualche santo (S: Francesco. P. Massimiliano Kolbe, madre Teresa...Giovanni Paolo II)
* Ti richiama molto al’attenzione la testimonianza di un tuo amico o di una tua amica che ha risposto alla chiamata di entrare in seminario o in convento. Guardi con ammirazione alla scelta di quel missionario/a, religioso/a nativo della tua parrocchia o porti nel cuore la dedizione totale di qualche sacerdote o suora.
* Senti fortemente il disagio per la scarsità di chiamate alla vita consacrata di cui soffre oggi la Chiesa soprattutto nel nostro paese.
* Ti ha colpito l'allegria e la gioia e la semplicità di qualche frate ; ti ha affascinato vederne qualcuno giovanissimo nel loro austero e umile saio.
* Vivi interiormente dei dubbi degli interrogativi  circa la vocazione e non ti senti tranquillo.

Domande
* Intuisci che c'è un Progetto tutto per te da trovare e realizzare?
* Quali sono, in ordine alla tua domanda vocazionale,  i tuoi punti "forti" e ricorrenti? Ma...anche i punti "deboli"?
* Ti ritieni un giovane che vuole essere libero dai condizionamenti del mondo e interiormente disponibile ad ascoltare e accogliere la volontà del Signore per te? Cosa o chi ti impedisce di fare questo?
* Sei disposto a metterti in gioco e a iniziare un cammino di discernimento ? Quali sono le tue paure al riguardo?
* Sei convinto che  accogliere la chiamata del Signore sia il tuo "vero bene" oppure, in fondo pensi che sia "una fregatura"?

Approfondimenti e contatti
* Se hai domande, se desideri approfondire qualche aspetto della tua ricerca e qualche tematica particolare scrivimi pure e cercherò di darti una mano e qualche "dritta".
* Ugualmente, se desideri avere un dialogo con un frate francescano, scrivimi, e saprò indicarti qualche bravo confratello a te vicino a cui rivolgerti (specificami però dove risiedi).
* Frate Alberto da Padova - Frate Francescano Minore Conventuale -  Basilica del Santo : fra.alberto@davide.it

Signore...cosa vuoi che io faccia?

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento all'articolo. Lo leggeremo e cercheremo di pubblicarlo quanto prima. Grazie del tuo contributo al Blog!