venerdì 9 marzo 2012

Cosa fanno i frati?

Pace e bene cari amici in ricerca della vocazione del Signore per la vostra vita. Molti di voi mi scrivono desiderando sapere cosa concretamente "fanno" i frati, come passano la loro giornata, com'è la loro quotidianità. Riporto parte della lettera di Aldo con la mia risposta e anche vi invito a rivisitare un mio POST di qualche tempo fa sempre in tema. A tutti comunque rivolgo l'invito a visitare e sostare qualche giorno in una nostra comunità francescana. Vi attendiamo.
Vi benedico. frate Alberto
Collevalenza : giovani frati in pellegrinaggio

Madrid : evangelizzazione di strada

LETTERA DI ALDO
Salve frate Alberto Vorrei cominciare col  farti i complimenti per il blog, e per tutto quello che fai per noi giovani in "ricerca" ! Mi chiamo Aldo e ho 20 anni, sempre di più penso di consacrarmi al Signore tra i figli di San Francesco.Mi trovo però davanti tanti piccoli "problemi"(...). I miei amici ridono di me, i miei genitori sono nettamente contrari e la reputano una vita di privazioni per nulla..i parenti credono che sia diventato matto e reputano la vita da frati una vita da "carcerati"..e tante altre critiche qua e la. Tutto questo credo sia solo per via dell' ignoranza, perchè non si sa che vita faccia un frate realmente (Se non la sua vita spirituale)..(…) Preso comunque dalla voglia di "sapere" in cosa consista la "vita da frate" sono sempre alla ricerca su internet, in modo da potermi schiarire sia io le idee, ma sopratutto far capire ai miei amici e parenti stretti che fare il frate non vuol dire essere uomini isolati da tutto..(perché è questo che i giovani pensano dei frati …).
Ho sempre trovato ciò che fa un frate a livello spirituale, e cioè la preghiera costante, l'aiuto agli ultimi, l'evangelizzazione, i missionari, la vita fraterna e in condivisione, la povertà evangelica, lo studio ecc ecc..(…) I giovani che si avvicinano a questa vita, queste cose bene o male le sanno! Sanno che sarà una vita molto "piena" e con tante rinunce!! Però, i giovani vogliono sapere anche la vita da "uomo" che fa il frate!! Cerco di spiegarmi: per es che fa un frate nel tempo libero? Può uscire dal convento...vedere gli amici...usare il computre...avere degli hobby? .... Può avere un tot di tempo da dedicare a se stesso?? Non so, se sono riuscito a spiegare quello che intendo dire! Non ho detto se può avere una donna, una macchina, una casa, andare in discoteca o qualsiasi altra cosa, che mi pare ovvia e scontata che un frate non possa avere o fare! Ma parlo di piccole cose che sono di complemento alla vita "umana" (per esempio anche il Santo Padre ha un pc!). Io credo che se i giovani sapessero di più sulla vita "umana" dei francescani potrebbero spiegare meglio ai parenti e amici di che si tratta e si avvicinerebbero molto di più e senza paura e senza farsi troppe domande!! E sapendo che fare il frate non vuol dire vivere in un isola sperduta! Mi scuso se mi sono dilungato tanto ma credo che come me ci siano tanti giovani in Italia con i miei stessi dubbi e stanno li a perdere tempo per cose da poco (ma importanti a livello umano) e che vorrebbero fare il passo, ma sono bloccati solo per l'ignoranza del non sapere! Spero in una sua risposta un abbraccio e pace e bene!!!

RISPOSTA DI FRATE ALBERTO
Pace a te caro Aldo, grazie per avermi scritto il tuo lungo e bel commento, grazie per la fiducia. Prima di tutto vorrei incoraggiarti nel tuo cammino di discernimento...Per diventare frati, ricorda bene, al primo posto bisogna mettere il Signore Gesù e il suo Vangelo! Dunque.. tutto il resto, ma proprio tutto, viene riletto all'interno di questa scelta.. Un francescano è pertanto sempre proteso con tutte le sue forze, mente e cuore e intelligenza al suo Signore. Per Lui solo ha fatto questa scelta e in vista di Lui. Il riferimento al Vangelo, è dunque  la chiave interpretativa per la vita del frate! Egli dunque non è un super-man bensì un semplice e povero uomo che ha deciso di confidare solo nel Signore e nella sua chiamata e per questo cerca di  ripetere e riproporre nei suoi giorni  la vita, i gesti, i sentimenti, gli atteggiamenti di Gesù. Certo, poi nella vita concreta,  molte cose dipendono anche da dove un frate si trova ad operare pastoralmente, dalla nazione in cui vive e dal contesto culturale e sociale che lo circonda, dall'età e dalla formazione personale.: un conto poi se si è a servizio in una parrocchia, o in missione..se studente..se si lavora con i giovani o invece con i malati...Le esigenze cambiano moltissimo e anche l’operare dei frati, compreso l'uso di tutti gli strumenti e mezzi che egli può avere a sua disposizione (N.B: sempre comunitariamente !). Nulla infatti appartiene o è di proprietà del singolo. Al riguardo S. Massimiliano Maria Kolbe (Mio confratello - Frate minore Conventuale) è esemplare: pur perseguendo uno stile di vita personale assolutamente povero e sobrio, pretendeva per la divulgazione delle sue opere editoriali e per l'evangelizzazione che si usassero le tecnologie più all'avanguardia e sofisticate dell'epoca. Per altre questioni a cui accenni mi piace definire il frate come un “uomo libero” e gioioso e contento nel Signore e dunque un uomo impegnato in tantissimi ambiti: il frate è uno che  prega, annuncia e predica il Vangelo, condivide la sua vita con altri confratelli con la stessa vocazione,  ha a cuore i poveri e gli ultimi, coltiva l'amicizia e le relazioni in Comunità come all'esterno, gioisce e soffre per gli altri e con gli altri, sorride e piange se c'è bisogno, legge.. canta.. ama .. suona.. studia..lavora con le sue mani (l'orto e lava le stoviglie..ecc...ecc..); può diventare un missionario nel terzo mondo, ma  può anche essere un intellettuale che insegna all'università, o anche un religioso molto semplice e prezioso in un convento..;  gioca anche a calcio se gli piace e fa sport .. (!!) Perchè no?!! ..Io per es. amo moltissimo la montagna anche se poi alquanto raramente riesco a fare qualche camminata ( se vado, ci vado con i giovani ) Il francescano, come ci ha insegnato San Francesco ama la vita e  ogni creatura, il creato, la bellezza...e in tutto e tutti cerca di intravedere la presenza del Signore e ovunque e a chiunque vuole parlare di Lui, perchè di tutti si sente fratello. Fare il frate è dunque vivere una vita buona e bella e semplice e sobria e lieta (mai frati musoni!!), ricca di relazioni vere e di vicinanza alle persone…, il tutto però sempre “nel Signore” . Lui, ricordalo sempre, è la luce di ogni istante della nostra vita o incontro o strumento o mezzo....Con Gesù abbiamo tutto, senza di Lui, tutto ci manca!! Caro fratello, spero di averti in qualche modo risposto. Ti consiglio in ogni caso di venirci a trovare..Solo infatti sbirciando dal di dentro la vita dei frati potrai vedere con i tuoi occhi. Dunque : vieni e vedi.
Se mi vuoi scrivere personalmente, la mia mail è : fra.alberto@davide.it
ciao. frate Alberto

vedi altri Post collegati al tema: Cosa fa un frate? frati martiri ; la vera faccia di un frate ; cosa fanno i frati ;

Assisi - febbraio 2012 - giovani frati sulla neve
Assisi - Franciscanum : pulizie!!

Kazakisthan : frati in un campo di grano

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento all'articolo. Lo leggeremo e cercheremo di pubblicarlo quanto prima. Grazie del tuo contributo al Blog!