sabato 10 marzo 2012

11 marzo 2012
Terza domenica di Quaresima


“Ma egli parlava del tempio del suo corpo” (Gv 2,21)

Tutto può cadere, venir meno, essere perfino distrutto. Anche le belle chiese e le opere che faticosamente abbiamo costruito nella vita con le nostre mani, con il rischio di farle diventare attaccamenti del cuore, idoli… Il corpo di Gesù no. Nuovo tempio e nuovo culto è la persona di Gesù, il suo corpo donato. Lui crocifisso, morto e risorto “potenza e sapienza di Dio” per noi che vorremmo segni e ancora segni. Così il Padre ci sorprende, ci raggiunge, con il corpo del suo Figlio che nell’amore dello Spirito rimane tra noi sempre. Vivente più che mai.

Buona terza tappa di Quaresima
da frate Alberto e dalla Comunità francescana della Basilica del Santo

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento all'articolo. Lo leggeremo e cercheremo di pubblicarlo quanto prima. Grazie del tuo contributo al Blog!