martedì 26 luglio 2011

I francescani e l'Immacolata: preghiera di Padre Massimiliano Kolbe

Caro fratello "in ricerca" e forse attratto dal nostro carisma francescano, ricorda che senza la Vergine Maria Immacolata e la Sua dolce intercessione ben poca strada potrai fare: affidati a Lei nel tuo discernimento vocazionale, guarda a Lei, se vuoi imparare l'ascolto e la capacità di accogliere con grato stupore e disponibilità la chiamata alla vita religiosa francescana. Ti lascio per la tua preghiera a Maria anche le stupende parole di P. Massimiliano Kolbe, Frate Minore Conventuale.  Di questo mio grande confratello, del quale ho più volte scritto nel mio blog, ricorrreranno quest'anno i 70 anni dalla sua morte ad Auschwitz (il 14 agosto 1941), quando si offrì spontaneamente al posto di un altro prigioniero condannato a morte nel bunker della fame.Viene ucciso con un'iniezione, dopo giorni tremendi sempre vissuti nella preghiera, e poi viene bruciato. Il grande tesoro della sua eredità spirituale e apostolica non riusciranno però a sopprimerlo; dalle sue ceneri, sparse nel vento, si diffonde in tutto il mondo la sua testimonianza di vita fatta di amore incondizionato verso il prossimo e di atteggiamenti concreti di carità e perdono.
Ma dove potè trovare la forza di un gesto così straordinario? L'Immacolata fu sempre sulle sue labbra e  nel suo cuore e certo grazie a Lei potè portare nel buio tragico di quel terribile campo di concentramento, una luce di speranza e di fede.
Spesso infatti soleva ripetere: "Porgere la mano a tutti e tutti portare a Dio per mezzo dell'Immacolata, bella missione per la quale vale la pena di vivere, lavorare, soffrire e anche morire" (P.Kolbe).

Ti chiedo quindi anche una preghiera per il gruppo di giovani che vivranno prossimamente (presso la Basilica di San Francesco in Assisi, accanto alla sua tomba!!), gli Esercizi spirituali vocazionali.
La Vergine Immacolata possa guidare e illuminare le loro scelte al servizo di Dio e del mondo intero; possano anch'essi trovare in Lei la forza e la gioia di una donazione totale come fu per P. Massimiliano Kolbe.
Il Signore benedica tutti voi. frate Alberto (fra.alberto@davide.it)
Concedimi di lodarti, o Vergine santissima.
Concedimi di lodarti con il mio impegno e sacrificio personale.
Concedimi di vivere, lavorare, soffrire,
consumarmi e morire per Te, solamente per Te.
Concedimi di condurre a Te il mondo intero.
Concedimi di contribuire ad una sempre maggior esaltazione di Te,
alla più grande esaltazione possibile di Te.
Concedimi di renderti una tale gloria quale nessuno mai Ti ha tributato finora.
Concedi ad altri di superarmi nello zelo per la tua esaltazione, e a me di superare loro, così che in una nobile emulazione la tua gloria si accresca sempre più profondamente, sempre più rapidamente, sempre più intensamente, come desidera Colui che Ti ha innalzata in modo così ineffabile al di sopra di tutti gli esseri.
In Te sola Dio è stato adorato senza paragone più che in tutti i suoi santi.
Per Te Dio ha creato il mondo. Per Te Dio ha chiamato pure me all'esistenza.
Per quale motivo ho meritato questa fortuna?
Deh, concedimi di lodarti, o Vergine santissima!


San Massimiliano Maria Kolbe (Ordine Frati Minori Conventuali)

1 commento:

  1. BUON ANNO 2013
    --------------------- BENITO

    RispondiElimina

Lascia qui il tuo commento all'articolo. Lo leggeremo e cercheremo di pubblicarlo quanto prima. Grazie del tuo contributo al Blog!