domenica 1 maggio 2016

DIPINGIAMO LA PACE

Cari amici in cammino Vocazionale,
 "il Signore vi dia Pace"
Ecco il saluto francescano per eccellenza che Francesco diffuse ovunque con i suoi frati!
E proprio di Pace si parla oggi nel Vangelo: la Pace vera che solo Gesù può offrirci. Lui è la Pace! Diffondiamo anche noi questo annuncio! Dipingiamo i muri e le strade di Pace, illuminiamo i volti delle persone, facciamoci operatori instancabili di questa Pace. E quanto ne abbiamo bisogno!
Di seguito trovate il commento di un giovane frate della "Sveglia francescana", gli scatenati fraticelli studenti in teologia del Seraphicum in Roma. 
 Al Signore Gesù sempre la nostra Lode. Buona e santa domenica.
fra Alberto (fra.alberto@davide.it)

Assisi: artista di strada illustra san Francesco
Dal Vangelo secondo Govanni (14, 23-29)

In quel tempo, Gesù disse [ai suoi discepoli]:
«Se uno mi ama, osserverà la mia parola e il Padre mio lo amerà e noi verremo a lui e prenderemo dimora presso di lui. Chi non mi ama, non osserva le mie parole; e la parola che voi ascoltate non è mia, ma del Padre che mi ha mandato.
Vi ho detto queste cose mentre sono ancora presso di voi. Ma il Paràclito, lo Spirito Santo che il Padre manderà nel mio nome, lui vi insegnerà ogni cosa e vi ricorderà tutto ciò che io vi ho detto.
Vi lascio la pace, vi do la mia pace. Non come la dà il mondo, io la do a voi. Non sia turbato il vostro cuore e non abbia timore.
Avete udito che vi ho detto: “Vado e tornerò da voi”. Se mi amaste, vi rallegrereste che io vado al Padre, perché il Padre è più grande di me. Ve l’ho detto ora, prima che avvenga, perché, quando avverrà, voi crediate».

giovedì 28 aprile 2016

UNA STUPENDA PREGHIERA


Preghiera "Absorbeat"

Rapisca, ti prego, o Signore,
l'ardente e dolce forza del tuo amore la mente mia
da tutte le cose che sono sotto il cielo,
perché io muoia per amore dell'amor tuo,
come tu ti sei degnato morire per amore dell'amor mio.

San Francesco

mercoledì 27 aprile 2016

Rai 1 - GIOVANI FRATI SI RACCONTANO

Assisi: frati del Franciscanum
Il Signore vi dia pace,
cari amici in ascolto e in ricerca dei suoi desideri per la  vostra vita.
Oggi riporto un simpatico video di " RAI 1 ", trasmesso alcuni giorni fa, in cui si parla dei giovani frati di Assisi. Alcuni di essi, infatti, studenti in teologia presso il convento/seminario Franciscanum si raccontano in TV,  mostrando vari aspetti della loro vita di giovani religiosi nel periodo importante della formazione e dello studio. Si tratta di anni impegnativi, intensi e belli in cui si mettono le basi umane, spirituali e culturali per una scelta definitiva di vita con la professione solenne (frate per sempre ) e, per alcuni, in vista dell'ordinazione sacerdotale. Un tempo contrassegnato per questo anche da tante esperienze pastorali e di servizio e di missione.
Vi chiedo una preghiera per loro come per tutti i nostri giovani frati studenti nei vari seminari del mondo ( in Italia altre sedi di studio e formazione sono a Roma e Padova).
Al Signore Gesù sempre la nostra Lode.
fra Alberto (fra.alberto@davide.it)

lunedì 25 aprile 2016

I FRATI D'ORIENTE TRA I PROFUGHI


Dall'inizio della guerra siriana, i frati francescani della Custodia d'Oriente e di Terra Santa si sono resi disponibili ad aiutare chi è venuto a bussare alla loro porta. Ecco di seguito due testimonianze ( dal sito dell'Ordine) dalla Turchia e dal Libano:

  • In Turchia, le comunità di Istanbul e di Büyükdere,  hanno accolto in diverse occasioni alcune famiglie siriane. I frati si sono impegnati non solo ad accogliere queste famiglie, ma anche a prendersi cura di loro e del loro futuro, cercando di aiutarle a trovare un rifugio sicuro e una vita degna. Inoltre, aiutano economicamente chi, tra i profughi, è in bisogno.
  • In Libano, i profughi siriani stanno per la gran parte sotto le tende nei campi della Bekaa, del Nord e del Sud del Libano. Sono tutti musulmani. I cristiani si sono recati dai loro parenti mescolandosi alla popolazione libanese. Oltre ai siriani, il Libano ha accolto degli iracheni, per la maggioranza cristiani, affidando la loro permanenza alla Chiesa Caldea fino a che questa Chiesa potrà sopportare tale impegno e tale peso. 
  • I frati sono impegnati da più di un anno in un servizio regolare ai profughi siriani e iracheni. Per potersi organizzare, hanno dovuto creare una ONG, alla quale hanno dato il nome di "EQUAL". I frati e i membri di Equal lavorano con i più giovani e con le mamme. Hanno un programma simile per i profughi siriani e quelli iracheni. Per i primi, le attività si svolgono in due grandi tende che Equal ha montato nel campo profughi siriano che si trova nella Bekaa e per gli iracheni, nei locali messi a disposizione dai frati minori a Harissa.
  • In un primo tempo (che è durato più di 8 mesi), le attività sono state manuali: disegni..., allo scopo di aiutare i più giovani ad esprimersi, a sviluppare possibili doti e a occupare il tempo nella pace. C'è stata anche una formazione alla non violenza... Con le mamme, una psicologa e una sociologa si alternavano per sessioni di formazione su argomenti relativi alla vita quotidiana in una situazione difficile e di precarietà, e altri argomenti chiesti dalle stesse mamme.
  • In un secondo tempo, da ottobre per gli iracheni e da gennaio per i siriani, i frati, novizi e postulanti e i membri di Equal organizzano corsi di arabo, matematica e inglese per coloro che non sono riusciti ad andare a scuola e un sostegno per coloro che frequentano la scuola. Invece, alle mamme irachene viene offerto un corso di inglese, e alle mamme siriane un corso di arabo perché possano leggere e scrivere. Intanto continuano i corsi di formazione alle mamme e il sostegno psicologico per tutti.
  • Questa nostra azione è partita grazie all'iniziativa di un frate che si era impegnato a cercare soprattutto i profughi siriani di cui nessuna organizzazione internazionale si occupava. Pian piano abbiamo sviluppato questo servizio che è finanziato in gran parte dalla Fondazione Giovanni Paolo II e dai membri di Equal.

I frati della Custodia d'Oriente.
Sito Ordine frati Minori conventuali

ALCUNE FOTOGRAFIE 




domenica 24 aprile 2016

Roma - FRATI E GIOVANI per LA#SVEGLIA AL CORSO

Roma: Frati della Sveglia Francescana, in Piazza di Spagna
Cari amici in ricerca, il Signore vi dia pace.
Certo che questi frati ne combinano di tutti i colori!! Siete davvero sicuri di essere interessati alla nostra vita ??!!! Ma "se non sono matti non li vogliamo"!, così dice un proverbio!

In questo ponte di aprile (23-25), infatti, la “Sveglia francescana”, il gruppo di evangelizzazione di strada dei giovani frati francescani studenti in teologia del Seraphicum di Roma, sta ospitando un centinaio di ragazzi/e (17-28 anni) provenienti dal nord Italia per condividere con un nuovo “stile” di evangelizzazione, la gioia della fede, ma anche il rischio e l'audacia dell'annuncio e della testimonianza di "strada" .
Oggi pomeriggio, dalle 16,00 alle 18,00  giovani e frati e suore,  saranno infatti in Via del Corso (in pieno centro!) per sperimentare l’incontro e l’annuncio del Vangelo in una delle zone più frequentate da romani e turisti. 
La Sveglia francescana si proporrà così attraverso il caratteristico stile di evangelizzazione, costituito da canti, balli, dialoghi, confessioni, adorazione eucaristica ( nella chiesa di san Marcello al Corso) e tanta simpatia e sorrisi e giovinezza insieme comunque all'immediata vicinanza ed empatia che sempre offre la figura del frate.


Una sfida per tutti i partecipanti, ma anche una straordinaria occasione di mettersi in gioco in prima persona, di osare, di buttarsi con audacia e allegria a dire a tutti la bellezza di seguire il Signore Gesù e il suo Vangelo.
Per l’ occasione, la Sveglia Francescana, ha lanciato l’hashtag #‎svegliaalcorso‬ dove postare sui social network pensieri, preghiere, foto e video di questa festa del Vangelo.

Di seguito ecco un bel video predisposto per presentare l'iniziativa e l’attività di evangelizzazione della Sveglia Francescana dei frati minori conventuali.
Coraggio dunque...chi sta a Roma..venga vederci e incontraci.
Al Signore Gesù sempre la nostra Lode.
                                                                                              fra Alberto (fra.alberto@davide.it)

sabato 23 aprile 2016

I FRATI FRANCESCANI SUL CAMMINO DI SANTIAGO

Villafranca del Bierzo: frati in ginocchio alla "Porta del perdon"
Cari amici in cammino, il Signore vi dia Pace.
Già vi ho parlato in altre occasioni della bellissima esperienza (vedi link)  che come frati francescani svolgiamo lungo il Cammino di Santiago. Siamo infatti presenti ormai da qualche anno, durante i mesi estivi, nell'ostello di  "St. Nicolas de Flue" a Ponferrada (in Galizia) per svolgere un servizio di semplice e di fraterna ospitalità e proposta spirituale ai numerosissimi pellegrini "a piedi" che ogni giorno vi transitano e bussano alla porta del rifugio parrocchiale.
Al riguardo ecco uno stupendo video, preparato da un caro confratello, fra Giuseppe, in cui si illustra questa nostra attività , ma anche si può intuire la freschezza e la genuinità e il buon sapore della nostra vita di frati, di uomini consacrati a Dio e fratelli di ogni uomo.
Vi chiedo una preghiera, affinchè possiamo dare a tutti i pellegrini che incontreremo, una gioiosa testimonianza di fede e amore al Signore Gesù. A Lui sempre la nostra Lode.
frate Alberto (fra.alberto@davide.it)

  

 ALCUNE FOTOGRAFIE 
Accoglienza ai pellegrini
Frati e volontari - agosto 2013
Cortile dell'ostello
In cammino.....